Ginnastica, Europei 2016 – Qualificazioni, attesa per le big: Mustafina, Ponor, Downie, Spiri e tutte le stelle in campo alle 17.30

Catalina-Ponor.jpg

Alle 17.30 si incendierà la Post Finance Arena di Berna dove scenderanno in campo tutte le big per disputare il turno di qualificazione degli Europei 2016 di ginnastica artistica femminile.

Dopo tre suddivisioni letteralmente mosce e povere (ad esclusione di una buona Francia vista in mattinata) finalmente sarà spettacolo nella capitale elvetica, pronta ad accogliere una parata non indifferente di stelle. Vediamo quali sono le ginnaste di punta da tenere d’occhio oggi pomeriggio, in DIRETTA su OASport.

 

ALIYA MUSTAFINA – Sarà la Reginetta della gara. La Zarina torna agli Europei dopo due anni di assenza, si mostra su un palcoscenico internazionale dopo una stagione tribolata (l’abbiamo ammirata solo ai trionfali European Games di Baku) ed è pronta a strabiliare il pubblico. Forse non è quella dei giorni migliori (ma vedremo effettivamente in gara), ma non deluderà gli appassionati. Per lei trave (da cui la Russia inizierà la qualificazione) e parallele asimmetriche, oltre alla novità del corpo libero dove presenterà un nuovo esercizio. Dovrà trascinare la sua Nazionale verso il gradino più alto del podio.

DARIA SPIRIDONOVA – Campionessa del Mondo e d’Europa alle parallele asimmetriche. L’esercizio sugli staggi sarà uno dei clou del pomeriggio. Salirà esclusivamente su questo attrezzo!

KSENIA AFANASEVA – Non sta bene e non è al top della forma, tanto che non difenderà il titolo continentale al corpo libero. La vedremo solo al volteggio ma la sua classe non mancherà.

ANGELINA MELNIKOVA e SEDA TUTKHALYAN – Campionessa d’Europa juniores e Campionessa Olimpica giovanile in carica. Il futuro della Russia è già grande: giro completo per la prima, la seconda salterà gli staggi, entrambe a caccia di un body per Rio.

 

CATALINA PONOR – Dopo quattro anni d’assenza torna agli Europei, dove ha già brillato parecchie volte. La delusione del Test Event, dove la Romania ha mancato la qualificazione alle Olimpiadi 2016, è ancora impressa nella sua mente. Oggi proverà a mettersi in luce a livello individuale, il sogno Rio non è ancora sfumato se dimostrerà di meritarsi il posto più di Larisa Iordache. Per lei i soliti tre attrezzi: non salirà alle parallele, attrezzo ultimamente ripreso dopo praticamente 10 anni di digiuno. Alla trave e al corpo libero punta alle medaglie e ha la facoltà per riuscirci.

GIULIA STEINGRUBER – La testimonial di questi Europei. Il pubblico di casa sarà tutto dalla sua parte, la Campionessa d’Europa all-around non vorrà deluderli. Si esibirà su tutti gli attrezzi, ha le carte in regola per centrare tre finali: partirà da superfavorita per l’oro al volteggio, al corpo libero può ripetersi sul podio. Cercherà di trascinare l’intera Svizzera, come già fatto al Test Event un mese fa.

 

CLAUDIA FRAGAPANE – Il suo esercizio al corpo libero sarà uno dei clou di giornata, insieme ai due salti al volteggio: in entrambe le specialità ha velleità di medaglia.

REBECCA DOWNIE – Per incantare alle parallele. La Campionessa d’Europa 2014 si inchinò lo scorso anno al cospetto di Spiridonova, quest’anno la sfida di ripete. Per lei anche l’esercizio alla trave.

KIM BUI – Grande rientro in pedane per la veterana tedesca dopo praticamente due anni d’assenza. Disputerà l’all-around.

NINA DERWAEL – La promessa del Belgio, una garanzia che rientra dall’infortunio alla mano. Non era presente al Test Event, oggi vorrà mettersi in mostra. Per lei solo parallele e trave.

CLICCA QUI PER IL FOCUS SULLE ITALIANE

 

Lascia un commento

Top