Ginnastica, Europei 2016 – Oggi tutte le Finali di Specialità: chi vincerà? Mustafina per il colpaccio, Spiri torna in gioco, Italia con Busato e Rizzelli

Busato-Rizzelli-Finale-Europei-ginnastica.jpg

Oggi si concludono gli Europei 2016 di ginnastica artistica femminile. La Post Finance Arena di Berna è pronta per ospitare tutte le Finali di Specialità: le quatto seniores al mattino (programma stranissimo e incomprensibile), al pomeriggio le quattro juniores.

Analizziamo le favorite delle quattro gare tre le grandi dove l’Italia avrà l’onore di schierare Sofia Busato al volteggio e Martina Rizzelli alle parallele asimmetriche. Tra le under 16, invece, Martina Basile e Martina Maggio saranno impegnate al volteggio.

 

VOLTEGGIO:

Giulia Steingruber sembra essere la superfavorita. La svizzera è dotata di due salti impareggiabili, solo lei può perdere questo titolo, apparentemente già consegnato all’elvetica pronta per tornare sul trono continentale dopo aver perso lo scorso anno da Maria Paseka.

Per le medaglie sembrano farsi avanti anche Ksenia Afanaseva ed Ellie Downie. Riuscirà la nostra Sofia Busato a inserirsi tra la russa e la britannica per piazzare il colpaccio? Alla prima Finale della carriera, alla prima uscita internazionale da senior ci può provare e deve crederci anche se sarà difficilissimo. Questa specialità in passato ci ha regalato diverse medaglie continentali, vedremo se riusciremo a rinverdire i fasti di un recente passato.

Da non sottovalutare l’altra britannica Claudia Fragapane. Completano il parterre la slovena Teja Belak, l’ungherese Zsofia Kovacs e la polacca Katarzyna Jurkoska.

 

PARALLELE ASIMMETRICHE:

Partiamo con la grande notizia della vigilia. La Russia ha scelto di sostituire Angelina Melnikova con Daria Spiridonova, originariamente esclusa a causa della regola dei passaporti. La Campionessa del Mondo e d’Europa sarà così ai nastri di partenza per firmare una grande impresa, ma si preannuncia un duello stellare con Aliya Mustafina, parsa in grandissima forma in questi giorni.

La britannica Rebecca Downie, Campionessa d’Europa 2014 e argento in carica, sembra essere inferiore alle due russe ma può comunque piazzare il colpaccio. Con questi tre mostri i discorsi per il podio sembrano essere chiusi ma se dovesse cadere qualcuna allora si aprirebbero grandi portoni.

La nostra Martina Rizzelli, quinta lo scorso anno, può sperarci al pari della tedesca Kim Bui, ritornata alla grande dopo un grave infortunio. L’ungherese Zsofia Kovacs, la svizzera Giulia Steingruber e la britannica Gabrielle Jupp sono le outsider di turno.

 

TRAVE:

Via alla solita roulette. Dopo i due turni precedenti Aliya Mustafina è la naturale favorita ma può succedere davvero di tutto. Catalina Ponor ha già trionfato e vorrà imporsi nuovamente al suo rientro agli Europei: per la rumena la medaglia è possibile: sarebbe uno dei più grandi rientri di sempre e potrebbe valere anche un pass per le Olimpiadi 2016.

Angelina Melnikova ha le carte in regola per conquistare la sua prima medaglia individuale da senior. Il parterre è ricco delle classiche outsider che aspettano gli errori delle big per vivere la classifica giornata di gloria: le francesi Boyer e Brevet, la belga Mys, la svizzera Kaeslin, la britannica Rebecca Downie.

 

CORPO LIBERO:

Si preannuncia un duello stellare tra Giulia Steingruber e Claudia Fragapane, come già successo in qualifica e nella Finale a Squadre. Ci sarà da divertirsi, grande esplosività e grande acrobatica per entrambe. Davvero di un’altra categoria rispetto a tutte le rivali, ma subito dietro di loro troviamo l’altra grande stella Catalina Ponor che ha tutte le carte in regola per tornare sul podio.

La britannica Ellie Downie, la belga Gaelle Mys, l’olandese Mara Titarsolej, la tedesca Foellinger e la francese Brevet completeranno un parterre ricco di punte.

 

Lascia un commento

Top