Ginnastica, Coppa del Mondo – Vanessa Ferrari torna dopo 8 mesi e si prende il bronzo! Primi passi verso le Olimpiadi

Vanessa-Ferrari-2.jpg

Vanessa Ferrari torna nel modo a lei più consono: salendo sul podio ad Anadia (Portogallo). La Campionessa del Mondo 2006, assente dalle pedane internazionali da ben otto mesi (ultima apparizione ai Mondiali di Glasgow dove ha trascinato l’Italia verso la qualificazione alle Olimpiadi 2016) durante i quali ha curato i dolori al tendine d’Achille, conquista la medaglia di bronzo al corpo libero in occasione dell’ottava tappa della World Challenge Cup, la Coppa del Mondo riservata alle singole specialità.

La bresciana semplifica notevolmente il suo esercizio, non le vengono riconosciute tutte le difficoltà (5.7 contro il 6.0 dell’eliminatorio), porta comunque il doppio teso e tenta il Memmel, commette sì qualche sbavatura ma ottiene 13.750.

A quel punto spera per metà rotazione e festeggia proprio alla fine, dopo l’esercizio di Emma Larsson. L’azzurra ritorna così su un podio internazionale dopo due anni (trionfo al corpo libero agli Europei di Sòfia 2014) e allarga il suo palmares in Coppa del Mondo, per quanto riguarda il circuito minore, dopo i tre ori di Parigi 2007 (trave, parallele, corpo libero) e l’argento alla trave di Le Roche Sur Yon 2013.

Questa è la medaglia internazionale numero 36 per Vanessa Ferrari (considerando solo quelle da senior). Un passo in avanti importante verso le Olimpiadi 2016. La forma fisica sembra esserci, bisogna ancora ritrovare tutte le difficoltà, ma il tendine d’Achille ha risposto al meglio. Vedremo come si comporterà ai Campionati Assoluti (a Torino, 9-10 luglio).

Vittoria per la brasiliana Flavia Saraiva (14.350) che precede la connazionale Rebeca Andrade (14.100).

 

Alla trave Vanessa Ferrari confeziona una buona prova, è precisa negli elementi ma purtroppo cade sull’enjambèe ad anello finale, uscendo poi in doppio carpio. Una sbavatura che costa cara all’azzurra e che le impedisce di conquistare un podio assolutamente alla sua portata, fermandosi invece al quinto posto (12.850).

Non è dispiaciuta sui 10cm, ha fatto capire di essere sul pezzo ma è ancora visibilmente in fase di rodaggio, con ancora diverse cose da migliorare. C’è tutto il tempo per perfezionarsi e presentarsi al top a Rio dove sarà sicuramente protagonista la strepitosa Flavia Saraiva, grande promessa dall’artistica brasiliana e già assoluta trascinatrice nelle ultime uscite della sua Nazionale.

Flavinha si impone con un vertiginoso 15.125 (6.4), frutto di un esercizio che ha coniugato grandi difficoltà e una perfezione di esecuzione davvero ammirevole. Uno scricciolo di 133cm che vuole dettare legge e che ha tutte le carte in regola per farlo. Doppietta del Paese che ospiterà le Olimpiadi 2016 grazie all’argento di Rebeca Andrade (14.125), medaglia di bronzo per la cinese Jiaqi Lyu (13.875). Lauren Mitchell ha dato forfait all’ultimo minuto, venendo sostituita dalla svedese Veronica Wagner (12.925, quinto posto).

In pedana anche lo slovena Adela Sajn, classe 1990 come Vanessa e partecipante alle Olimpiadi di Pechino 2008 (ultima con 11.800), oltre alla panamense Isabela Amado (12.400) e alla cubana Marcia Vidiaux che ieri aveva vinto al volteggio (12.275).

 

Articoli correlati:

Vanessa Ferrari torna dopo 8 mesi e si prende il bronzo in Coppa del Mondo. Primi passi per Rio

VIDEO – L’esercizio di Vanessa Ferrari che vale il bronzo al corpo libero: nuova musica verso Rio

Lascia un commento

Top