Ginnastica, Coppa del Mondo – Gran rientro di Vanessa Ferrari: dty da sballo, poi una caduta. Sofia Busato vola in Finale!

Vanessa-Ferrari-Campionessa-dEuropa-4.jpg

Vanessa Ferrari non delude al rientro in gara dopo 8 mesi di assenza dai palcoscenici internazionali durante i quali ha curato i suoi problemi al Tendine d’Achille.

La bresciana era assente dai Mondiali di Glasgow (se si esclude una breve apparizione sulla trave durante la Finale di Serie A) ma ha risposto subito presente durante il turno di qualificazione dell’ottava tappa della World Challenge Cup, la Coppa del Mondo riservata alle singole specialità.

Ad Anadia (Portogallo) la Campionessa del Mondo 2006 ha eseguito l’attesissimo doppio avvitamento al volteggio. Un dty da manuale, quello dei giorni migliori che ne testimonia subito la pronta efficienza: un eccellente 14.650 (5.8) con un piccolo passettino indietro in uscita. Questo salto è naturalmente importantissimo per l’Italia in vista delle Olimpiadi 2016. Non ha naturalmente la seconda prova a disposizione e quindi non la potremo vedere in finale.

Questa tappa del circuito iridato serviva proprio per valutare la condizione fisica e lo stato di forma a un mese e mezzo dalla spedizione di Rio. Vanessa è salita anche alle parallele, ha eseguito un esercizio notevole (D Score da 5.8) ma purtroppo è caduta dallo Tsukahara, totalizzando un complessivo 12.450 e chiudendo così al 14esimo posto, rimanendo fuori dall’atto conclusivo in programma sabato pomeriggio. Sicuramente c’è ancora qualcosa da rivedere ma il viatico sembra assolutamente positivo.

Domani la rivedremo tra trave e corpo libero: al termine di quei due esercizi si potranno fare sicuramente delle valutazioni più concrete, soprattutto se si entrerà tra le migliori 8 in classifica.

 

Pomeriggio altrettanto positivo per Sofia Busato che è terza dopo il turno di qualificazione al volteggio. La comasca, reduce dalla medaglia di legno agli Europei di Berna, si è presentata ancora più convinta dei propri mezzi: ha piazzato un bel doppio avvitamento perfettamente stoppato (14.850) e sul secondo salto ha ottenuto un 13.850 che vale la media di 14.350.

Meglio di lei fanno solo la messicana Alexa Moreno (14.950) e la cubana Marcia Vidiaux (14.775): Sofia sabato andrà a caccia della sua prima medaglia internazionale da senior. La 15enne è salita alle parallele, ha semplificato la sua uscita e ha concluso al 12esimo posto (12.600).

 

Di seguito il quadro completo delle otto finaliste nelle due specialità il cui turno di qualificazione si è disputato oggi. Domani si proseguirà con trave e corpo libero.

VOLTEGGIO – La messicana Alexa Moreno (14.950), la cubana Marcia Vidiaux (14.775), l’italiana Sofia Busato (14.350), la cinese Jing Wu (14.175), l’australiana Emily Little (14.175), la slovena Tjasa Kysselef (14.000), la greca Argyro Afrati (13.825), la polacca Katarzyna Jurkowska-Kowalska (13.725).

PARALLELE ASIMMETRICHE – La cinese Yufen Xie (14.750), l’australiana Rianna Mizzen (14.250), la cinese Jiaqi Lyu (13.950), la venezuelana Jessica Lopez (13.700), la brasiliana Lorrane Oliveira (13.500), la cubana Marcia Vidiaux (13.200), la messicana Ana Lago (13.200), l’ungherese Noemi Makra (13.100).

 

Lascia un commento

Top