F1, GP Canada 2016, le pagelle: Lewis Alì, Seb da sogno. Spettacolare “catenaccio” di Max e risveglio Bottas

Hamilton-2016-Barcelona-11-Foto-Cattagni.jpg

Lewis Hamilton ha trionfato per la quinta volta a Montreal, battendo un convincente Sebastian Vettel – che al via ha fatto di nuovo sognare i tifosi del Cavallino – e dedicando la vittoria al mitico Muhammad Ali. Alla fine dei conti, il passo e la regolarità della Mercedes hanno fatto ancora la differenza. Sul podio, la Williams di un redivivo Bottas, poi Verstappen e Rosberg, protagonisti di un bellissimo duello nelle battute finali, con tanto di spettacolare difesa della posizione da parte del giovane olandese. Sesto Raikkonen, settimo uno spento Ricciardo. Le pagelle.

Hamilton: 8,5. Rullo compressore cinquebellezze. Pokerissimo di vittorie in Canada, non guarda in faccia a nessuno, si riavvicina al Mondiale, facendo alla fine dimenticare la partenza stile auto a metano… Punge come un’ape.

Rosberg: 5,5. Non basta essere veloci, per vincere titoli mondiali in F1. Non era, non è e probabilmente mai sarà “cattivo” come il suo illustre compagno di squadra. In più, la sorte sembra avergli voltato le spalle… Il GP del Canada ha fotografato perfettamente quanto detto: dilapidato in due gare quasi tutto il vantaggio (notevole) accomulato nelle quattro iniziali. Nel finale rischia davvero grosso…

Vettel: 8. Willkommen Seb! Stanco di recitare il ruolo della comparsa di lusso, regala e si regala un GP da protagonista: partenza da sogno, strategia Ferrari da incubo… Buttata via la prima vittoria dell’anno?!

Raikkonen: 5. Mai in partita. Anche la monoposto di Kimi dovrebbe risentire visibilmente dei benefici aggiornamenti di questa settimana e invece… Parte male, gara anonima.

Bottas: 7. Condotta solida e razionale. L’orso finlandese s’è finalmente risvegliato dal letargo: primo podio del 2016.

Massa: 5. Grazie alla sua scuderia, al contrario del team mate, rimane in compagnia dei ghiri…

Verstappen: 7,5. Il suo modo di stare in pista, il suo guidare sempre all’attacco – anche quando deve difendersi – è stato un toccasana per tutto il movimento. Il suo quarto posto non pare trascendentale, soprattutto se paragonato al miracolo del Montmelò. ma quel “catenaccio” su Nico a fine corsa è stato fantastico. E’ riuscito a far fare una brutta figura al tedesco in lizza per l’iride. Nonostante i suoi eccessi da 18enne istintivo, ci piace…

Ricciardo: 5. Dietro al piccolo Max. E non gli va proprio bene ‘sta cosa… Non si è ancora ripreso dallo shock di Montecarlo: potrebbe ritornargli utile spararsi un paio di bibite della casa prima della prossima partenza?!

Force India: 6. Passata la sbornia per il podio di Sergio nel Principato, una gara “normale”. Solidità Mercedes.

Toro Rosso: 5,5. In fase indietreggiante. Max, dove sei?!

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

FOTOCATTAGNI

giuseppe.urbano@oasport.it

Lascia un commento

Top