Equitazione: show azzurro a Montecarlo, Gaudiano e Bucci fanno doppietta

Equitazione-Emanuele-Gaudiano-FB-1.jpg

Grande prestazione dei binomi italiani al CSI cinque stelle di Montecarlo, nel Grand Prix valido per il Global Champions Tour 2015. Già sul terzo gradino del podio nel Principato un anno fa, Emanuele Gaudiano ha conquistato la sua prima vittoria in questo circuito, realizzando tre percorsi netti in sella a Caspar 232 con il tempo finale di 36″64. La festa azzurra è stata completata da Piergiorgio Bucci, che è salito sul secondo gradino del podio con Casallo Z (37″37). Il primo degli altri è l’esperto svedese Rolf-Göran Bengtsson su Casall ASK (37″95).

Solo ventiquattresimo quest’oggi in sella a Colorit, il tedesco Christian Ahlmann resta al comando della classifica generale con 209 punti, precedendo i 169 dell’australiana Edwina Tops-Alexander ed i 160 dello svedese Rolf-Göran Bengtsson. Grazie alla vittoria monegasca, Emanuele Gaudiano rimonta in sesta posizione con 136 punti all’attivo.

CLASSIFICA GLOBAL CHAMPIONS TOUR 2016
1. Christian Ahlmann GER 209
2. Edwina Tops-Alexander AUS 169
3. Rolf-Göran Bengtsson 160 SWE
4. Bertram Allen IRL 154
5. John Whitaker GBR 146
6. Emanuele Gaudiano ITA 136
7. Ludger Beerbaum ITA 126
8. Daniel Bluman COL 120
9. Kevin Staut FRA 114
10. Olivier Philippaerts BEL 108

Da notare che prima del Grand Prix si era tenuta una prova contro il tempo vinta proprio da Christian Ahlmann, questa volta in versione Caruso 472 (56″87), davanti al brasiliano Marlon Módolo Zanotelli su Madame Butterfly (58″95) ed al belga Pieter Devos su Equipharma Dax van d’Abdijhoeve (59″55).

Al CDIO cinque stelle di Rotterdam, nei Paesi Bassi, si è conclusa la prova valida per la Nations Cup di dressage 2016. I padroni di casa hanno conquistato la vittoria con 460.167 punti, grazie alla formazione composta da Danielle Heijkoop su Siro, Adelinde Cornelissen su Jerich Parzival, Diederik van Silfhout su Arlando Nop ed Hans Peter Minderhoud su Glock’s Johnson Nop. Sul podio anche gli Stati Uniti (455.649) e la Svezia (444.573), che hanno bruciato per la corsa al secondo ed al terzo posto Francia e Gran Bretagna.

A livello individuale, il Grand Prix Special è stato vinto dalla statunitense Laura Graves su Verdades (77.314%) davanti all’amazzone olandese Adelinde Cornelissen su Jerich Parzival (76.725%) ed alla svedese Juliette Ramel su Buriel Kh (73.431%).

Nel salto ostacoli, sempre nella città olandese, l’amazzone statunitense Elisabeth Madden si è aggiudicata la prova in due fasi su Coach (30″19), precedendo in classifica la britannica Jessica Mendoza su Ramiro de Belle Vue (31″16) e l’altro rappresentante della Union Jack Michael Whitaker su Jb’s Hot Property (32″17). La prova con barrage è stata invece vinta dallo svedese Henrik von Eckermann su Chacanno (36″83), che ha battuto il marocchino Abdelkebir Ouaddar su  Quickly de Kreisker (37″34) e l’olandese Leopold van Asten su VDL Groep Beauty (37″85).

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: Emanuele Gaudiano (Facebook)

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top