Copa América Centenario 2016: Cile ancora campione ai rigori, Argentina maledetta

Calcio-Claudio-Bravo.jpg

Il MetLife Stadium di East Rutherford, nel New Jersey, ha ospitato nella notte tra domenica e lunedì la finale della Copa América Centenario 2016, che ha messo di fronte le nazionali di Cile ed Argentina. Come lo scorso anno, dunque, la Roja e l’Albiceleste si sono disputate la corona continentale: nel 2015, di fronte al proprio pubblico, furono i cileni ad avere la meglio ai rigori. La direzione dell’incontro è stata affidata al brasiliano Héber Lopes.

Lionel Messi prova subito ad essere protagonista, ed al 17′ tira in porta da calcio di punizione, con Claudio Bravo che blocca senza problemi. Poco dopo è Ángel Di MarÍa a provare la sorte dal limite dell’area, ma la palla finisce alta. Al 21′, il pasticcio della difesa cilena si trasforma in una grande occasione per Gonzalo Higuaín, che però tira leggermente fuori, mentre su un calcio di punizione di Messi è Nicolás Otamendi a colpire di testa sull’esterno della rete. Il primo episodio cruciale arriva al 29′, quando Marcelo Díaz commette un secondo fallo da ammonizione, lasciando la compagine andina in dieci uomini. L’Argentina, però, non ne approfitta, ed al 43′ è un rosso diretto a Marcos Rojo a ristabilire la parità numerica: il primo tempo si chiude con più cartellini che occasioni da rete all’attivo (da segnalare anche i gialli a Javier Mascherano, Lionel Messi ed Arturo Vidal).

Anche la ripresa è povera di emozioni, mentre continuano a susseguirsi i falli da una parte e dall’altra. Un calcio di punizione per il Cile porta al tiro Charles Aránguiz all’81’, ma Sergio Romero si fa trovare pronto. Poco prima era stato Eduardo Vargas a chiamare in causa il portiere con un’azione personale. L’Argentina risponde all’84’ con Sergio Agüero, precedentemente entrato al posto di Gonzalo Higuaín, ma la palla finisce alta, stessa sorte del tiro di Éver Banega al 90′, mentre poco dopo sono Alexis Sánchez da una parte e Lionel Messi dall’altra a mancare la rete decisiva.

La prima grande occasione dei tempi supplementari capita sulla testa di Eduardo Vargas, che però non riesce a superare un sempre attento Romero (98′). Nel duello tra portieri, Claudio Bravo risponde due minuti più tardi con un volo sul colpo di testa di Sergio Agüero. L’Argentina ci prova con maggiore intensità anche nel secondo tempo supplementare, ma anche al 120′ si arriva sul punteggio di 0-0: come un anno fa, i rigori si rendono necessari per nominare la squadra campione.

La serie di tiri inizia subito con gli errori di due specialisti come Arturo Vidal (parato da Romero) e Lione Messi (alto), ma a decidere è la parata del capitano Claudio Bravo su Lucas Biglia, che permette a Francisco Silva di realizzare il goal della vittoria cilena sul 4-2. La Roja conquista dunque il suo secondo titolo consecutivo, dopo aver dovuto aspettare il 2015 per vincere il primo della storia. L’Argentina, invece, perde la quarta finale nelle ultime cinque edizioni della Copa América, alla quale si può aggiungere quella mondiale del 2014 persa con la Germania: una vera maledizione.

CLICCA QUI PER IL VIDEO DEL RIGORE SBAGLIATO DA MESSI

MESSI LASCIA L’ARGENTINA: “NON HO VINTO”

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top