Calcio, Under 21: Italia-Francia 0-1. Azzurrini poco concreti ed in calo nella ripresa

Luigi-Di-Biagio-calcio-foto-profilo-twitter-uefa.jpg

Un confronto tra le rappresentative under 21 di Italia e Francia, allo Stadio Penso di Venezia, dal sapore decisamente particolare, in memoria di Valeria Solesin, la giovane veneta uccisa lo scorso 13 novembre durante gli attentati terroristici di Parigi.

Gigi Di Biagio conferma le attese della vigilia mandando in campo un squadra col seguente schieramento: Gollini; Conti, Caldara, Ferrari, Calabria; Pellegrini, Cataldi, Grassi; Berardi, Cerri, Ricci. Un 4-3-3 di tanta qualità, soprattutto nel settore offensivo, per mettere in difficoltà la più compassata difesa transalpina schierata a specchio con Didillon; Mendy, Gbamin, Kimpembe, Pavard; Koziello, Bakayoko, Cornet; Dembele, Haller, Lemar. Gli azzurrini sono protagonisti di un ottimo primo tempo nel corso del quale hanno un ottimo approccio alla partita mettendo sotto pressione una Francia poco dinamica. Ed è già al quarto minuto quando Berardi si rende pericoloso dalle parti dell’estremo difensore francese senza però concretizzare l’occasione. Un’Italia sugli scudi, prima con Grassi e poi con Cerri anch’essi vicini alla marcatura. Alla mezzora la migliore chance per la nostra Under quando la conclusione del già citato Grassi si stampa sul palo salvando Didillon. La poca concretezza sotto porta costa caro alla squadra di Di Biagio che, sul finire del primo tempo, subisce in maniere del tutto inaspettata la marcatura degli avversari con Cornet.

Nella ripresa, dopo 11 minuti di gioco il ct azzurro provvede a dei cambi: fuori Ricci, Grassi e Berardi, dentro Rossetti, Mazzitelli e Garritano per dare freschezza ad un’Italia in calo dal punto di vista fisico. Una Francia che invece, confortata anche dal goal del vantaggio, sale in cattedra palleggiando alla grande e creando altre occasioni da goal grazie alla prova sontuosa di Haller che, da solo, tiene impegnata tutta la retroguardia italiana. Il possesso di palla transalpino non dà modo ai ragazzi di Di Biagio di trovare il tempo giusto nella ripartenza anche per un calo di lucidità evidente. Una partita che nel corso dei minuti si incattivisce per alcune provocazioni dei cugini d’Oltralpe portando all’espulsione di Mendy negli ultimi 3 minuti di gara. Azzurrini che si riversano avanti sfiorando il pareggio in un paio di occasioni, peccando di lucidità e perdendo l’incontro.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Immagine: profilo twitter uefa

Tag

Lascia un commento

Top