Calcio femminile, finale Coppa Italia 2016: Brescia-Verona 2-1. Trionfo per le leonesse di Milena Bertolini

agsm-verona-brescia-18.jpg

Si conclude nel miglior modo possibile la stagione del Brescia allenato da Milena Bertolini. Dopo aver vinto lo scudetto, conquistato la finale di Supercoppa Italiana e raggiunto il traguardo dei quarti di finale di Champions League, le leonesse si sono aggiudicate la finale di Coppa Italia 2016  sconfiggendo, al “Gino Bozzi” di Firenze, l’Agsm Verona per 2-1 grazie alle reti di Barbara Bonansea al 25′ e di Elisa Mele al 38′ recuperando dopo essere passate in vantaggio per effetto del goal siglato da Tatiana Bonetti al 6′. Si tratta del terzo successo per la società bresciana in questa competizione, il secondo consecutivo dopo la vittoria dell’anno passato contro il Tavagnacco.

PRIMO TEMPO – Squadre che scendono in campo con un modulo diverso. Le scaligere di Renato Longega iniziano con un 4-2-3-1 (Rachel Harrison tra i pali, difesa a 4 con Federica Di Criscio, Veronica Belfanti, Lara Laterza e Claudia Squizziato; centrocampo con Michela Ledri, la giovanissima Angelica Soffia, Veronica Butti e Siliva Fuselli e di punta Tatiana Bonetti e Valeria Pirone) mentre il Brescia si presenta con un 3-5-2 (Chiara Marchitelli tra i palli, difesa a 3 con Sara Gama, Roberta D’Adda, Elena Linari; in mediana 5 giocatrici, vale a dire Valentina Cernoia, Elisa Mele, Sara Williams e Barbara Bonansea e in attacco il tandem Daniela Sabatino-Cristian Girelli). Sono le veronesi a partire subito alla grande, sbloccando il risultati per merito di Bonetti che, dopo essersi liberata della sua marcatrice diretta, ha trafitto nell’area piccola Marchitelli al 6′ con grande freddezza. E’ un Brescia che accusa il colpo, senza riuscire ad imbastire delle manovre degne di nota. Tuttavia, la squadra di Bertolini è costituita da grandi giocatrici e grazie alla determinazione di Bonansea, aiutata da una dormita generale della retroguardia scaligera, che le rondinelle pervengono al pareggio al 25′ con l’esterno. Partita che va avanti a strappi e da una parte Bonetti e dall’altra la stessa Bonansea spiccano per capacità tecniche e visione di gioco. Ed è proprio dai piedi della centrocampista bresciana che arriva il raddoppio delle rondinelle firmato Mele con una conclusione di interno collo destro che non lascia scampo ad Harrison al 38′. Sul punteggio di 2-1 si conclude la prima frazione.

SECONDO TEMPO –  Ripresa in cui entrambe le squadre vanno in cerca del goal senza però trovare lo specchio della porta. Si distinguono, la già menzionata Bonetti e Cristiana Girelli che disegnano calcio con grande qualità a favore delle compagne. Una gestione del possesso di palla ottimale per la truppa di Bertolini vale il successo finale ed il terzo trofeo di questa stupenda annata per le gialloblu

BRESCIA – VERONA 2-1

Marcatrici: Bonetti al 6′, Bonansea al 25′ e Mele al 38′

Brescia (3-5-2): Chiara Marchitelli, Sara Gama, Roberta D’Adda, Elena Linari, Valentina Cernoia, Elisa Mele, Sara Williams, Barbara Bonansea,Daniela Sabatino e Cristian Girelli. All: Milena Bertolini

Verona (4-4-2): Rachel Harrison, Federica Di Criscio, Veronica Belfanti, Lara Laterza, Claudia Squizziato, Michela Ledri, Angelica Soffia, Veronica Butti, Siliva Fuselli, Tatiana Bonetti e Valeria Pirone. All: Renato Longega

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Immagine: pagina FB Brescia Calcio Femminile

Lascia un commento

Top