Calcio, Europei Francia 2016: le stelle della competizione. Ibra, Ronaldo e Pogba pronti a stupire

Pogba-Griezmann-Cabaye-calcio-foto-fb-pogba.jpg

Foto da: pagina Facebook Pogba


Scattano venerdì 10 giugno gli Europei di calcio in Francia. Presenti tantissimi dei migliori calciatori del continente: andiamo a vedere uno per uno le stelle della manifestazione.

Paul Pogba: il fenomenale centrocampista francese è pronto ad una competizione da protagonista, dopo un Mondiale in Brasile non del tutto convincente. Ora è cresciuto tecnicamente e, soprattutto, psicologicamente. Ce lo aspettiamo su livelli altissimi: la Juventus è alla finestra, in attesa di offerte faraoniche per il suo cartellino che già supera i 100 milioni di euro. Sarà lui a trascinare con le sue spettacolari giocate la nazionale transalpina al trionfo casalingo?

Harry Kane: Rooney, Sterling, Rushford. Il protagonista annunciato della nazionale inglese è l’attaccante del Tottenham. Una stagione monstre per il 23enne: 48 partite condite da 28 reti e prestazioni super. Vuole stupire anche l’Europa. Roy Hodgson gongola.

Gareth Bale: mister 100 milioni dopo essersi aggiudicato due Champions League con la camiseta blanca del Real Madrid vuole confermarsi anche in una manifestazione per nazionali. Dopo aver trascinato il suo Galles ad una storica qualificazione, proverà addirittura a fargli superare il primo turno. Fondamentali saranno le sue cavalcate sulla fascia e le sue reti.

Thomas Muller: stagione non del tutto esaltante per il suo Bayern Monaco, ma l’attaccante 26enne è riuscito lo stesso a farsi vedere con le sue performance. 32 reti in 49 presenze nell’annata, va a caccia dello storico bis: dopo il Mondiale in Brasile vuole l’Europeo in Francia.

Robert Lewandowski: questa è stata la stagione della definitiva esplosione per l’attaccante polacco. Media pazzesca per quanto riguarda presenze e reti: 51 volte in campo, 42 volte ha timbrato il cartellino. Uno dei bomber più forti d’Europa. Sta scalando rapidamente anche la classifica dei marcatori in Polonia: nel giro di qualche anno potrebbe diventare il più forte attaccante polacco di sempre.

Luka Modric: altro reduce della trionfale finale di Champions League in quel di Milano con il Real Madrid. Il centrocampista croato sarà il regista della sua nazionale, che quest’anno potrebbe davvero stupire tutti, vista una rosa di livello altissimo (Mandzukic e Kalinic punte di conoscenza italiana).

Andres Iniesta: solo la Liga quest’anno con il suo Barcellona. Sarà lui la stella di una Spagna che si vuole ritrovare dopo la brusca frenata di Brasile 2014 (uscita prematura ai gironi). Il tiki-taka sarà sempre fondamentale per gli iberici e Don Andres può rivelarsi fondamentale con le sue giocate.

Kevin De Bruyne: il suo cartellino è costato 74 milioni di euro al Manchester City, ma la spesa fatta sembra essere giusta. Non ha ancora raggiunto lo stato di fenomeno, ma è ancora giovane e con il passare degli anni potrebbe ancora crescere. Dribbling e senso del gol: può davvero spaccare in due le partite. Assieme ad Hazard forma una coppia strepitosa col Belgio.

Gianluigi Buffon: per un’Italia priva di fenomeni assoluti, c’è un portierone che continua a fare la storia. Il capitano azzurro è pronto a difendere i pali della nazionale di Antonio Conte, proseguendo una stagione iniziata in modo eccezionale con la Juventus. I 38 anni non fanno paura.

Zlatan Ibrahimovic: una delle stelle più splendenti di questo Europeo. Continua ad essere il trascinatore della sua Svezia. Sarà anche lo spauracchio di Buffon e compagni, che se lo ritroveranno nello stesso girone, così come ad Euro 2004. Questa competizione sarà davvero importante anche in chiave futura: già deciso sull’addio al PSG, va a caccia di una squadra per la prossima stagione.

Cristiano Ronaldo: chiudiamo con uno dei migliori giocatori al mondo. E’ arrivata la terza Champions in carriera, seconda con il Real, con il suo rigore decisivo a Milano. Partita la sfida diretta in chiave Pallone d’oro con Lionel Messi, protagonista della Copa America. CR7 non ha mai stupito con il suo Portogallo, sarà questa l’occasione giusta?

Foto: FB Pogba

Lascia un commento

Top