Calcio Europei Francia 2016: le avversarie dell’Italia. Il Belgio

mondiali-brasile-2014-fellaini-belgio-twitter-goal-photos.jpg

Venerdì iniziano ufficialmente gli Europei con il match d’apertura tra Francia e Romania. Lunedì toccherà agli azzurri di Antonio Conte sfidare il Belgio e sono proprio i “Diavoli Rossi” la prima avversaria dell’Italia che andremo ad analizzare.

STORIA: il Belgio torna agli Europei dopo l’ultima apparizione del 2000, quando fu paese ospitante, ma è quella l’unica volta dal 1984 che i Diavoli Rossi hanno partecipato alla massima rassegna continentale. Una nazionale che nella sua storia vanta come miglior risultato un secondo posto nel 1980 ed un terzo nel 1972, ma che ora può davvero contare su una generazione di talenti eccezionale e probabilmente mai avuta dal Belgio. Attualmente la squadra occupa la posizione numero due del Ranking FIFA e si è agevolmente qualificata a questa rassegna europea, vincendo il proprio girone davanti a Galles e Bosnia.

ROSA: in Europa poche nazionali hanno un centrocampo ed un attacco di tale livello. Axel Witsel, Radja Naingolan, Dries Mertens, Kevin De Bruyne, Eden Hazard, Yannick Ferreira Carrasco, Romelu Lukaku solo per citare alcuni giocatori della squadra del CT Wilmots. Probabilmente la difesa è il punto debole, anche se ci sono giocatori di spessore internazionale come Jan Vertonghen o Thomas Vermaelen, ma va ricordato come in porta ci sia un certo Thibaut Courtois. L’estremo difensore del Chelsea è uno dei migliori al mondo nel suo ruolo ed una vera e propria sicurezza per i Diavoli Rossi

STELLA: in una nazionale con tantissimi grandi giocatori era difficile scegliere una vera e propria stella, ma probabilmente il giocatore di maggior spessore tecnico e quello con più impatto a livello internazionale è Eden Hazard. Cresciuto ed esploso in Francia con la maglia del Lille, che trascina alla conquista della Ligue 1 nel 2010/2011. Nel 2012 passa al Chelsea all’età di 21 anni per 40 milioni di euro, diventando ai tempi il giocatore belga più pagato nella storia del calcio. Con la maglia dei Blues vince alla prima stagione un Europa League e poi con l’approdo di Mourinho sulla panchina dei Blues anche una Premier League ed una Coppa di Lega. In nazionale ha totalizzato 66 presenze, segnando 13 gol, non molti per un giocatore dotato della sua straordinaria tecnica e che nel modulo del CT Wilmots parte sempre nella fascia sinistra del tridente offensivo. Poche segnature, ma resta comunque il principale pericolo per la difesa azzurra all’esordio agli Europei.

AMBIZIONE: tra le favorite per la vittoria finale il Belgio è inserito, ma probabilmente per la poca esperienza a certi livelli è un gradino sotto Francia e Germania. L’obiettivo comunque di Hazard e compagni è quello di raggiungere almeno la semifinale e poi a quel punto provare a conquistare il primo storico titolo.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

foto pagina Twitter di Goal Photos

Lascia un commento

Top