Calcio, Europei Francia 2016: Germania-Polonia finisce 0-0, prima sfida a reti bianche della competizione

germania-polonia-pagina-twitter-uefa-euro-2016.jpg

Arriva il primo 0-0 dell’Europeo, e a realizzare il pareggio a reti bianche sono Germania e Polonia, che si sono equivalse a Saint-Denis nella seconda sfida del gruppo C al termine di una gara molto grintosa, nella quale le due formazioni hanno avuto più volte l’occasione di passare in vantaggio, senza però sfruttarla. Con questo risultato, Germania e Polonia salgono a quota 4 punti in classifica, a +1 sull’Irlanda del Nord, mentre è ancora ferma a 0 l’Ucraina.

Inizio di gara molto aggressivo, con la Germania che subisce l’ammonizione di Sami Khedira al 3′, per poi avere la prima occasione della partita al 4′ con un colpo di testa di Gotze alto sopra la traversa. Grande azione di Muller al quarto d’ora, che riesce a rubare palla sulla sinistra, per poi accentrarsi e servire l’accorrente Kroos, ma la scivolata del centrocampista del Real Madrid esce alla destra del portiere. La Polonia a questo punto cerca una reazione, provando la conclusione per due volte al 20′, ma Lewandowski prima e Milik poi, trovano le provvidenziali opposizioni della difesa campione del mondo. La sfida procede a ritmi blandi, senza occasioni da ambo le parti, ma con molto agonismo, come testimonia il cartellino giallo inflitto al deludente Mesut Ozil al 34′. La prima frazione si chiude sostanzialmente qui, salvo una conclusione da fuori di Khedira al 44′, non troppo lontana dallo specchio della porta e un’altra ammonizione, questa volta ai danni del polacco Maczynski.

Il match si accende nella ripresa, con la Polonia che al 46′ sfiora il gol con Milik, incapace però di spedire in rete il cross di Grosicki che attraversa la porta senza essere toccata da Neuer e Boateng. Passa appena un minuto e la Germania risponde con un gran tiro di Gotze ben respinto da Fabianski. Nuova occasione al 57′, ma il sinistro del solito Milik si spegne sul fondo. L’attaccante dell’Ajax è indemoniato, ma inefficace, ciccando clamorosamente il pallone al 67′ dopo un’ottimo contropiede Al 69′ torna protagonista la Germania, e questa volta la palla-gol capita proprio sui piedi di Ozil, sul cui sinistro l’estremo difensore bianco-rosso è costretto a superarsi in calcio d’angolo. Nel finale le squadre si allungano, senza tuttavia trovare la porta, e dopo 3 minuti di recupero l’arbitro olandese Björn Kuipers effettua il triplice fischio finale.

Foto: pagina Twitter UEFA EURO 2016

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianni.lombardi@oasport.it

Lascia un commento

Top