Calcio, Europei Francia 2016: Galles – Irlanda del Nord 1-0, le pagelle. Bale ispira l’autogol

calcio-gareth-bale-galles-twitter-uefa-euro-2016.jpg

Vittoria e qualificazione ai quarti di finale per il Galles che ha sconfitto l’Irlanda del Nord al Parco dei Principi di Parigi. Le pagelle del match tutto britannico.

GALLES

Wayne Hennessey, voto 6: l’Irlanda del Nord lo chiama in causa giusto un paio di volte e mai in maniera pericolosa. 

James Chester, voto 6,5: il migliore della linea di difesa, in copertura se la cava molto bene. Meno preciso quando si tratta di contrattaccare e costruire.

Ashley Williams, voto 5,5: la partita si gioca sopratutto a centrocampo. Lui è impegnato a combattere con Lafferty sui palloni alti. Rivedibile in fase di costruzione. Gli attaccanti avversari lo impensieriscono poco.

Ben Davies, voto 6: non sbaglia quasi mai, molto preciso quando difende, anche sulle palle alte.

Chris Gunter, voto 6: l’impegno, anche nel portare spinta in fase offensiva, c’è. Si vede nella metà campo nordirlandese ma non è preciso.

Joe Allen, voto 5,5: ingabbiato dai centrocampisti avversari, forse la partita più difficile del suo Europeo. La qualità si vede ma non esce e l’azione gallese ne risente, molto lenta e prevedibile.  

Joe Ledley, voto 6: corre e si batte ma non fa del bel gioco il cardine della sua prestazione. Fa bene il suo lavoro ma con Allen sottotono tutto il centrocampo fatica. Dal 63 Jonathan Wiliams, voto 6,5: un ottimo ricambio per il Galles che ha trovato in lui quel qualcosa in più per sfondare le linee dell’Irlanda del Nord.

Aaron Ramsey, voto 6,5: cresce con il passare dei minuti fino a trovare il suo ruolo in campo nel finale arretrando sulla linea dei centrocampisti.

Neil Taylor, voto 5: un tiro al 32′ è quello che gli riesce meglio in tutta la partita. Per il resto non incide e perde anche diversi palloni in maniera banale in zona offensiva.

Gareth Bale, voto 6,5: McGovern gli dice no su punizione, poi spinge McAuley all’autogol con un cross perfetto. Fa fatica a trovare spazi, dopo un buon inizio si è spento ma alla fine, ancora una volta, ha trascinato il Galles alla vittoria.

Sam Vokes, voto 6: una sola grande occasione 3′ prima di uscire con un colpo di testa a lato di un metro. Per il resto una buona partita con tanta lotta sulle palle alte e buone sponde per i compagni. Poco assistito. Dal 55′ Hal RobsonKanu, voto 6,5: tanta dinamicità, cambia il volto all’attacco gallese nonostante sia poco servito. Sul gol è appena dietro McAuley, quasi una beffa che però vale i quarti di finale.

 


IRLANDA DEL NORD

Michael McGovern, voto 6: a differenza di tutti gli altri portieri dell’Europeo riesce a dire “no” all’orma famigerata punizione di Gareth Bale. Poco impegnato ma sul gol forse poteva uscire per anticipare compagni e avversari.

Aaron Huges, voto 6: accompagna la manovra senza affondare. In difesa regge bene come tutti i compagni di reparto.

Gareth McAuley, voto 5,5: la sua partita è ovviamente segnata dall’autogol ma è difficile fargliene una colpa. Il cross di Bale è perfetto e lui nel tentativo di difendere la porta non può che insaccare in spaccata. Dall’84’ Josh Magennis, senza voto. 

Craig Cathcart, voto 6: anche per lui stesso discorso. Bene anche in fase di impostazione, si limita a fare quello che può e lo fa bene.

Jonny Evans, voto 7: il migliori dei sui. Sulla sua fascia non passa nessuno, è sempre in controllo della situazione e esce con classe da alcune situazioni spinose.

Jamie Ward, voto 6,5: è tra i più ispirati quando ad inizio secondo tempo l’Irlanda del Nord sembra provare a prendere in mano la situazione. Corre tantissimo e svaria sl fronte offensivo oltre che provare a creare situazioni pericolose . Dal 69′ Conard Washington, voto 5,5: non cambia le sorti del match. Poca qualità e anche meno sostanza che in altre occasioni.

Steven Davis, voto 6: tra i tanti che han fatto bene nell’Irlanda. In fase di costruzione incide poco come da piano partita. Bene nel momento migliore ad inizio secondo tempo.

Oliver Norwood, voto 6,5: lascia la cabina di regia che l’aveva esaltato nelle scorse partite per correre dietro Allen quasi a tutto campo. Partita di sacrificio ma comunque di alto livello. Dal 79′ Niall McGinn, senza voto: tra gli ultimi ad arrendersi ma pochi minuti in campo.

Chris Evans, voto 6: tanta corsa davanti e indietro ma non brilla con la palla tra i piedi.

Stuart Dallas, voto 6,5: un tiro al decimo minuto e tanta sostanza. Attivissimo in attacco sia in fase di possesso che di non possesso. A livello qualitativo si fa apprezzare.

Kyle Lafferty, voto 6,5: non solo sponde sulle palle alte. Si sacrifica anche per arrestare sin dalla partenza le azioni gallesi e prova qualcosa palla al piede lontano dall’area. Non basta.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Twitter: Santo_Gianluca

Foto: Twitter Uefa Euro 2016

Lascia un commento

Top