Calcio, Europei Francia 2016: Galles-Belgio, Dragoni contro Diavoli

Belgio-calcio-europei-2016-foto-twitter-uefa-euro-2016.jpg

Lo Stade Pierre-Mauroy di Villeneuve-d’Ascq, nei pressi di Lille, ospiterà venerdì 1° luglio alle ore 21:00 il match tra Galles e Belgio, valido per i quarti di finale dei Campionati Europei di Francia 2016. Ad arbitrare sarà lo sloveno Damir Skomina.

Vincitori del proprio raggruppamento a sorpresa, i Red Dragons del Galles rappresentano l’ultima compagine delle isole britanniche ancora in corsa, dopo la vittoria agli ottavi nel derby contro l’Irlanda del Nord. La compagine allenata da Chris Coleman ha naturalmente in Gareth Bale il suo uomo di riferimento, e fino ad ora il giocatore del Real Madrid è sempre stato protagonista assoluto nei quattro incontri disputati, mettendo a segno tre goal. Molto dipenderà anche dalla vena di Aaron Ramsey e Joe Allen, meno importanti in fase realizzativa ma fondamentali per il funzionamento del gioco gallese. Alla sua prima partecipazione nella rassegna continentale, il Galles ha comunque già ottenuto un risultato storico, ed ora può giocare con la consapevolezza e la sfrontatezza di chi non ha nulla da perdere.

Dall’altra parte, i Diables Rouges di Marc Wilmots sono reduci dalla goleada messa a segno contro l’Ungheria, e continuano la loro progressione dopo la sconfitta inaugurale patita contro l’Italia. Il Belgio, che partiva come una delle squadre pretendenti al titolo finale, sembra aver ritrovato quel gioco che aveva impressionato nel corso delle qualificazioni, e, complice anche una parte di tabellone più agevole, sembra essere effettivamente destinato a raggiungere la semifinale e poi la finale, ma altre partite di questi Europei ci hanno insegnato a diffidare dei pronostici. La forza del Belgio sta sicuramente nel numero di giocatori che possono risolvere una partita, da Romelu Lukaku ad Eden Hazard, passando per Kevin De Bruyne, solo per citarne alcuni. Rispetto ai loro avversari, dunque, gli uomini di Wilmots hanno un ventaglio di soluzioni molto più ampio, ma hanno anche sulle spalle una pressione molto maggiore, visto che l’obiettivo dichiarato di questa squadra è quello di raggiungere la finale come i loro predecessori fecero nel 1980.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine. UEFA Euro 2016 (Twitter)

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top