Calcio, Europei Francia 2016 – Conte: “Da 7 a 9 cambi. Restiamo umili, Bernardeschi…”

Antonio-Conte-calcio-foto-twitter-uefa-euro-2016.jpg

Un Antonio Conte ricco di spunti nella conferenza stampa della vigilia. Domani (ore 21, Rai Uno e Sky Sport 1) l’Italia sfiderà a Lille l’Irlanda e si parla di un grosso turnover per risparmiare i diffidati, permettere il recupero degli acciaccati e, soprattutto, giostrare tutto il gruppo a qualificazione (da prima del gruppo E) già raggiunta. I cambi possono essere da sette a nove – ha detto il ct, come si legge su Tuttomercatoweb -. Io non lo so. Sono molto concentrato, per noi è una gara importante. E’ spartiacque all’interno del gruppo. L’Italia è una, ha giocato contro Belgio, poi Svezia e Irlanda. L’Italia è unica, per questo sono con le antenne ben dritte per domani. Non vorrei che si cambiassero giudizi, non ci sono titolari e riserve. Ma solo 23 calciatori che vincono e perdono insieme, compreso ct e staff tecnico“.

La parola chiave per andare avanti? Umiltà. “Se c’è la sensazione di poter vincere l’Europeo? Partiamo a stappare champagne. Partiamo da un presupposto: l’umiltà fa parte dell’intelligenza. Non dobbiamo dimenticare i nostri mezzi e i nostri difetti, che possono essere tanti. Abbiamo intrapreso un percorso nella maniera giusta, ma non dobbiamo perdere la strada maestra e non dobbiamo cadere in un tranello del genere. Saremmo degli stolti. Quindi, per me, anche oggi è una viglia importante. Affrontiamo l’Irlanda che è una squadra tosta e fisica, ci siamo già qualificati ma non conta nulla. I ragazzi sanno che non è una gara inutile. E’ una partita che vogliamo vincere, darebbe autostima e fiducia. Non è una gara che serve per creare titolari e riserve, non mi piace questo aspetto. E’ una gara che, chi ha giocato qualche minuto in meno, può giocare. Sono tranquillo, proverò a mettere una formazione equilibrata. Altrimenti rischiamo di avere problemi. Io non considero questa gara inutile, deve darci delle risposte. Le scelte verranno fatte in funzione di questo“.

Tra le possibili novità di formazione dovrebbe esserci Federico Bernardeschi, classe 1994, il più giovane degli azzurri in Francia. “Nell’uno contro uno deve creare superiorità numerica, come Candreva, El Shaarawy e Florenzi. Hanno caratteristiche particolari, nell’uno contro uno non ci sono schemi e giocate. Bernardeschi ha queste caratteristiche, è un calciatore che certamente ha un potenziale. Sta a lui continuare su questa strada e lavorare per fare un salto importante“. Candreva, appunto. L’ala della Lazio ha rimediato un problema all’adduttore dopo la Svezia: “Antonio lavora, ha ripreso ieri e oggi ha fatto un buon lavoro sul campo. Ho fiducia nel suo recupero per la prossima gara, ma valuteremo anche situazioni alternative perché è giusto che sia così“.

Prima di cedere la parola al capitano Gianluigi Buffon, che domani non dovrebbe giocare dopo la febbre, Conte ha concluso con un commento negativo sul terreno di gioco dello stadio di Lille: “Non è un terreno adatto a un Europeo, sicuramente non è in grandissime condizioni. Non mi piace dare alibi ai ragazzi, domani avremo questo campo noi così come l’Irlanda. Però sicuramente ci saremmo aspettati un campo diverso rispetto a questo. Dispiace perché l’Europeo è organizzato bene, ma questo campo non è all’altezza dell’organizzazione“. Gigi ha quindi ripreso i dettami del ct: “Per credere in un risultato figlio del lavoro, della sofferenza e del sudore, credo che sia l’allenatore ideale per come sa fare gruppo e per come sa mettere in campo le squadre. Ci sono tante peculiarità che sono riscontrabili nel mister. E’ chiaro che serve una giusta disponibilità dei ragazzi, anche da quelli che non giocano. Abbiamo avuto un unico modo di pensare e lavorare, per fare gruppo e stupire e arrivare ai risultati. Difficile fare analogie con altre spedizioni, ma è uno dei gruppi molto belli che sono arrivati lontano. Quello del 2006 e del 2012, ma anche quello della Confederations nel 2013 è andato avanti grazie alla forza del gruppo“.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui e metti mi piace alla pagina “La storia dell’Italia nelle fasi finali di Mondiali ed Europei

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: profilo Twitter Uefa Euro 2016

Lascia un commento

Top