Calcio, Europei Francia 2016: Belgio-Ungheria 4-0, Diables Rouges scatenati

Eden-Hazard-5-belgio-calcio-foto-twitter-uefa-euro-2016.jpg

Lo Stadium Municipal di Tolosa ha ospitato questa sera il match tra le nazionali di UngheriaBelgio, valido per gli ottavi di finale dei Campionati Europei di calcio 2016. I magiari arrivavano a questa partita dopo aver vinto a sorpresa il loro girone, mentre i belgi hanno realizzato due buone prestazioni dopo l’iniziale sconfitta con l’Italia, e partivano con i favori del pronostico. Ad arbitrare la partita, il serbo Milorad Mažić.

Diables Rouges di Marc Wilmots prendono subito il controllo della palla, ed al 10′ arriva l’occasione per sbloccare il punteggio: Kevin De Bruyne pennella un calcio di punizione in area, ed il difensore Toby Alderweireld colpisce di testa al limite dell’area piccola, portando i belgi in vantaggio. Grande protagonista della partita, Kevin De Bruyne prova la soluzione personale al 15′, ma il veterano portiere magiaro Gábor Király si fa trovare pronto e devia in angolo. Lo stesso giocatore del Manchester City sarà protagonista al 35′ con un calcio di punizione deviato sulla traversa dall’estremo difensore ungherese, mentre al 42′ è il napoletano Dries Mertens a farsi fermare dal quarantenne Király. L’Ungheria, dal canto suo, ha difficoltà ad entrare nell’area avversaria, e ci prova soprattutto con i tiri da fuori area di Ádám Nagy e del capitano Balázs Dzsudzsák, senza però impensierire troppo Thibaut Courtois.

La ripresa inizia subito con un potente tiro scagliato da Eden Hazard, e l’ennesima parata di Gábor Király. L’Ungheria incomincia ad organizzare una reazione, anche se al 59′ è ancora Mertens a sprecare l’occasione del raddoppio, prima di lasciare il posto a Yannick Ferreira Carrasco. I magiari si fanno più pressanti, ed al 66′ Ádám Pintér esalta le doti di Thibaut Courtois, che si produce in una spettacolare parata sul tiro dalla distanza. Passano tre minuti e Roland Juhász spreca una nuova occasione per il pareggio, calciando a lato. Il nuovo assetto ungherese, molto offensivo, favorisce le doti dei contropiedisti belgi, e gli uomini di Wilmots raddoppiano al 78′ con il neoentrato Michy Batshuayi, magistralmente servito da Hazard al centro dell’area. All’80, invece, è proprio Eden Hazard, servito da un passaggio verticale di De Bruyne, a realizzare il goal del 3-0 con un’azione personale che ubriaca cinque difensori magiari. Dopo un ultimo assalto ungherese con nuova parata di Courtois, il poker definitivo arriva con un nuovo contropiede, finalizzato da Yannick Ferreira Carrasco.

Dopo aver esitato all’inizio del proprio percorso, il Belgio conferma di essere una delle squadre favorite per il titolo europeo, ed affronterà il Galles ai quarti di finale. L’Ungheria, brava a superare il girone come prima in classifica, ha resistito fino a quando le è stato possibile, ma alla fine sono usciti fuori tutti i limiti della squadra allenata dal tedesco Bernd Storck.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: UEFA Euro 2016 (Twitter)

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top