Calcio, Europei 2016: ottavo Svizzera-Polonia. Il collettivo elvetico opposto a Lewandowski

Robert-Lewandowski-calcio-foto-free-wiki-e1444590059395.jpg

Il 25 giugno allo Stade Geoffroy Guichard  di Saint-Etienne, alle ore 15:00 e diretta su Sky Sport, entrerà in scena il primo ottavo di finale di questo Europei 2016 di calcio francesi. Si sfideranno sul manto erboso transalpino le due seconde dei raggruppamenti A e C, vale a dire Svizzera e Polonia, in un confronto estremamente equilibrato e dal non semplice pronostico. Partita che verrà arbitrata da Mark Clattenburg.

Due squadre con una struttura assai diversa: da un lato la compagine elvetica che, priva di un fuoriclasse su tutti, fa del proprio collettivo la sua forza e dall’altro la grande individualità di Robert Lewandowski è la primaria fonte di gioco su cui si poggia l’undici polacco. Modi di intendere il football differente che, nel corso della fase a gironi ha portato però al medesimo risultato: subire pochi goal. La compagine svizzera, infatti, ha incassato la sola realizzazione di Bogdan Stancu, nel confronto con la Romania chiusosi 1-1 (rete rossocrociata di Admir Mehmedi), mentre la squadra allenata da Adam Nawałka può fregiarsi di non aver subito alcuna segnatura, con la propria porta immacolata anche nell’impegnativa sfida alla Germania, campione del mondo, terminata 0-0.

In che modo le due selezioni differiscono? La Polonia è assai abile ad occupare gli spazi dietro la linea della palla, giocando prevalentemente di rimessa, appoggiandosi alle giocate di Lewandowski in sponda o personali, mentre la Svizzera dotata di un possesso di palla ben curato (media 58% in questo torneo contro il 44% polacco) non però accompagnato dalla dovuta concretezza sotto porta. In particolare, sta deludendo le aspettative dei tifosi elvetici Haris Seferovic, ex giocatore di Novara e Fiorentina, poco cinico nelle occasioni avute negli incontri disputati A. C’è da dire che anche i ragazzi di  Nawałka hanno peccato di lucidità. Il grande lavoro della straordinaria punta centrale del Bayern Monaco non è stato assistito a dovere dai centrocampi e da Arkadiusz Milik, calciatore dell’Ajax a segno contro l’Irlanda del Nord, ma molto impreciso nei restanti match. Pertanto questo ottavo sembrerebbe all’insegna dell’incertezza e, come spesso accade, saranno gli episodi a determinare il corso degli eventi.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Immagine: wikipedia

Lascia un commento

Top