Calcio, Europei 2016: Italia-Irlanda e le seconde linee che devono convincere Conte

Antonio.Conte_..Italia..foto_.libera.flickr.jpg

Italia-Irlanda non avrà valenza di classifica, ma sarà comunque una partita importante per scoprire a fondo il valore dell’intera rosa azzurra a Euro 2016. Dopo aver spremuto quasi sempre gli stessi giocatori nelle prime due gare, infatti, Antonio Conte cambierà molto questa sera contro l’Eire nell’ultimo match del girone E, già vinto dalla Nazionale, previsto per le 21 a Lille.

Per arrivare fino a Parigi, si è detto, serve anche la qualità. Chi può fornirla è per esempio Stephan El Shaarawy, che partirà titolare a sinistra nel 3-5-2 del ct pugliese. Ancora panchina per Lorenzo Insigne, comunque pronto a subentrare, mentre a destra si dovrebbe vedere Federico Bernardeschi, il più giovane tra gli azzurri di Francia, qualità e fantasia al servizio di Conte. Stefano Sturaro, un altro dei nove volti nuovi attesi in campo, coronerà con l’esordio da titolare in nazionale maggiore un anno che, dopo l’ingenua espulsione rimediata agli Europei under 21 del giugno 2015 contro la Svezia, lo ha visto crescere sempre di più soprattutto a livello d’intelligenza tattica. Non per questo Conte, un martello, l’ha convocato e lo ha persino schierato nei minuti finali della sfida con la Svezia, quando il risultato era ancora di 0-0.

Contestato al momento dell’assegnazione dei numeri di maglia, Thiago Motta è partito – come previsto – dietro a Daniele De Rossi nelle gerarchie da regista ma, quando è entrato in campo contro Belgio e Svezia, ha dato il là rispettivamente al 2-0 di Graziano Pellè e al gol decisivo di Eder. Ciro Immobile tornerà a comporre la “coppia ignorante” d’attacco con Simone Zaza. I due si trovano bene e il granata contro i Diavoli Rossi ha creato più di un grattacapo in contropiede.

Infine, ci sarà spazio anche per Salvatore Sirigu in porta, per Matteo Darmian e Angelo Ogbonna in difesa con Andrea Barzagli, e per Alessandro Florenzi, che dopo l’esperimento (non del tutto convincente) da ala mancina tornerà a ricoprire il suo ruolo preferito, l’interno destro di centrocampo. Sarà comunque un’Italia ben assortita, che con la mente sgombra potrà testarsi in vista degli ottavi di finale e – perché no – pure divertirsi. Ma Conte cerca risposte: chi tra questi potrà tornare in campo anche lunedì 27 alle 18?

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui e metti mi piace alla pagina “La storia dell’Italia nelle fasi finali di Mondiali ed Europei

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Flickr/libera per uso editoriale

Lascia un commento

Top