Calcio, Copa América Centenario 2016: la finale sarà ancora Cile-Argentina, Colombia sconfitta dalla Roja

Calcio-José-Pedro-Fuenzalida.jpg

Il Soldier Field di Chicago ha ospitato nella notte italiana la seconda semifinale della Copa América Centenario 2016, nella quale si affrontavano i campioni in carica del Cile e la Colombia, una delle squadre più attese alla vigilia della competizione continentale.

Le marcature si aprono già al 6′, quando José Pedro Fuenzalida si rende protagonista di una scorribanda sulla fascia destra: il suo cross va verso Juan Cuadrado, ma il giocatore colombiano colpisce maldestramente di testa ed offre il pallone a Charles Aránguiz, che solo davanti alla porta batte David Ospina portando in vantaggio il Cile. Il raddoppio arriva all’11’, quando il portiere Claudio Bravo serve direttamente Alexis Sánchez, il cui tiro finisce prima sul palo e poi viene raccolto proprio da José Pedro Fuenzalida, che insacca a porta vuota. Il dominio cileno continua con il palo colpito da Sánchez al 15′, ma poi la Colombia inizia a reagire, pur non rendendosi troppo pericolosa dalle parti di Bravo, se non nel finale de primo tempo, con un tiro dalla distanza di Carlos Sánchez respinto dal portiere della Roja.

Le condizioni meteo costringono l’arbitro a prorogare la ripresa della partita per più di due ore. Nonostante la lunga pausa, le cose non migliorano per la Colombia, che al 57′ perde Carlos Sánchez per il secondo cartellino giallo. Al 67′, il milanista Cristián Zapata prova a reagire con un’azione personale, che però termina con un tiro sbilenco, mentre centra lo specchio James Rodríguez, la cui conclusione viene bloccata da Bravo. Il match termina dunque sul 2-0 per il Cile, al termine di un finale confuso che vede anche un’invasione di campo.

Come lo scorso anno, il Cile di Juan Pizzi raggiunge dunque la finale della competizione, dove ritroverà l’Argentina: nel 2015, davanti al pubblico di casa, la nazionale andina si impose ai rigori. La squadra di José Pekerman, invece, disputerà il match per il terzo posto con i padroni di casa degli Stati Uniti.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top