Calcio, amichevoli: Italia-Finlandia 2-0. Candreva e De Rossi a segno in un’Italia volitiva

12075046_516709425164716_3642807141642853670_n.jpg

Allo Stadio “Marc’Antonio Bentegodi” di Verona ultimo test prima degli Europei 2016 in Francia per la Nazionale di Antonio Conte opposta alla Finlandia che vince e convince contro i nordici per 2-0 grazie alle reti di Antonio Candreva al 27′ e Daniele De Rossi al 71′.

PRIMO TEMPO –  Conte inizia con un 3-5-2 estremamente offensivo con la classica difesa juventina senza Gigi Buffon (Salvatore Sirigu in porta e linea a tre con Andrea Barzagli, Leonardo Bonucci e Giorgio Chiellini (capitano questa sera)), sugli esterni Antonio Candreva e Stephan El Shaarawy, in cabina di regia Thiago Motta, a ringhiare sulle caviglie dei finlandesi Marco Parolo ed Emanuele Giaccherini ed in attacco la coppia “ignorante” Simone Zazza e Ciro Immobile. Finlandia schierata con difesa a 5: Hradecky, Arkivuo, Arajuuri, Toivo, Halsti, Joronen, Ring, Sparv, Hetemaj, Eremenko, Pukki. Italia che parte con l’intensità giusta, cercando di attaccare  sulla fasce laterale, specie la sinistra grazie al “Faraone” che interpreta bene il proprio ruolo. Finnici costretti ad una fase difensiva costante ma gli azzurri, non sufficientemente veloci nella manovra, non incidono più di tanto fin troppo per un Motta troppo “accademico” e non poco dinamico. Da annotare un paio di conclusioni di Zaza al 7′ ed 11′ con l’attaccante della Juventus desideroso di andare a segno e ritagliarsi un posto in vista del prossimo impegno ufficiale con il Belgio (prima partita dei campionati continentali il 13 giugno). Funziona a corrente alternata l’intesa tra il citato calciatore bianconero ed Immobile con una conclusione del giocatore del Torino al 17′ che non riesce ad inquadrare lo specchio della porta.Con un’Italia troppo assopita, serve la giocata del singolo ed è Candreva che si guadagna il penalty ed al 27′ sblocca il risultato (1-0) (quarta rete in azzurro). E’ sempre El Sharrawy a fare gioco, con qualità ed quantità creando situazioni di superiorità numerica come al 29′ grazie ad un di tacco smarcante per Giaccherini che però non trova la porta. Canovaccio dell’incontro che non cambia con la Finlandia sempre rintanata nella propria difesa e la nostra squadra apprezzabile per la pressione alta e le buone combinazioni delle due punte ma manca sempre la sufficiente lucidità. Sull’1-0 si chiudono i primi 45′ di gioco.

SECONDO TEMPO – Finlandia che prova a cambiare qualcosa con l’ingresso di Lod al posto di un impalpabile Pukki ma sono sempre gli azzurri a condurre le danza con uno Zazza “moto perpetuo” che copre  le spalle agli errori di rifinitura di un fin troppo compassato Motta. Truppa di Conte che insiste sullo stesso spartito del primo tempo: pressing alto e gioco sugli esterni nel tentativo di allargare le strette maglie della rappresentativa nordica, sempre con 10 uomini dietro la linea della palla. Sono sempre dunque gli italiani ad imporre il ritmo, piacendo maggiormente nella fase di interdizione che di conclusione. Il ct prova a dare nuove idee inserendo al 63′ Daniele De Rossi e Stefano Sturaro ponendo fine alla partita di Motta e Giaccherini ed è proprio da un assist di De Rossi che El Shaarawy ha una buona opportunità ma un controllo impreciso consente la chiusura ad Arajuuri. Fa il suo ingresso in campo anche Alessandro Florenzi che sostituisce un “Faraone” estremamente positivo e volitivo e va a posizionarsi nello stesso ruolo del compagno di squadra nella Roma. In poco i nuovi entrati si fanno vedere ed è ancora De Rossi a mettersi in evidenza con una splendida conclusione di testa che vale il raddoppio al 71′ (18esimo goal con la maglia della Nazionale). Semplicemente indemoniato Zazza che con grande dedizione e applicazione accorcia in ogni zona del campo ed una squadra che, grazie all’ingresso dell’autore del raddoppio, ha acquisito maggiore velocità nei cambi di gioco. Al 76 altro ottimo dialogo tra la premiata ditta degli attaccanti “ignoranti” con l’indomito numero 7 azzurro al tiro ed è bravo Hradecky a negare il tris. Sul rettangolo verde, negli ultimi 10 minuti, anche Federico Bernardeschi, Graziano Pellè ed Angelo Ogbonna al posto di Candreva, Zazza e Bonucci che però non alterano il risultato finale di un’amichevole ben giocata dalla nostra rappresentativa e porta tanta convinzione nel gruppo italiano.

ITALIA – FINLANDIA 2-0

Reti: Candreva al 27′ (rigore), De Rossi 71′

Italia (3-5-2): Buffon; Bonucci (Angelo Ogbonna al 84′), Barzagli, Chiellini; Candreva (Bernardeschi al 75′), Parolo, Thiago Motta (De Rossi al 63′), Giaccherini (Sturaro al 63′), El Shaarawy; Immobile, Zaza (Pellè 80′).

Finlandia (5-3-2): Hradecky, Arkivuo, Arajuuri, Toivo, Halsti, Joronen, Ring, Sparv, Hetemaj, Eremenko, Pukki (Lod al 45′). All. Backe.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Immagine: pagina FB Antonio Candreva

Lascia un commento

Top