Boxe: Zlatičanin regala uno storico titolo mondiale al Montenegro

Boxe-Dejan-Zlaticanin.jpg

Doveva esserci Emiliano Marsili sul ring di Verona, nello stato di New York, ma il pugile italiano è stato costretto ad annunciare forfait per problemi di salute. Il match per il titolo mondiale WBC dei pesi leggeri ha così opposto il trentaduenne montenegrino Dejan Zlatičanin ed il boliviano Franklin Mamani, con il primo che non ha avuto troppi problemi ad imporsi per KO tecnico alla terza ripresa. Per lui si tratta della ventiduesima vittoria, la quindicesima prima del tempo, in altrettanti incontri disputati da professionista, e di una cintura che fa di lui il primo pugile del Montenegro a vincere un titolo mondiale. Il ventinovenne Mamami, che ha avuto solo undici giorni per prepararsi, invece, ha un record di ventuno vittorie, tre sconfitte ed un pareggio.

Al Madison Square Garden di New York, invece, è stato il ventottenne ucraino Vasyl Lomachenko a conquistare la cintura WBO dei pesi superpiuma. Il campione olimpico di Pechino 2008 e Londra 2012 ha dominato il match contro il portoricano Román Martínez, imponendosi per KO alla quinta ripresa. Il fresco vincitore del titolo vanta così sei vittorie ed una sconfitta, mentre il caraibico perde per la terza volta a fronte di ventinove vittorie e tre pareggi. Già campione dei pesi piuma, Lomachenko si prende dunque il secondo titolo mondiale in soli sette incontri da professionista, un record che migliora il primato di due titoli in otto incontri stabilito dal giapponese Naoya Inoue.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top