Beach Volley, Olimpiadi Rio 2016. FOTO/Ripartono i lavori allo stadio di Copacabana. E se arriva la mareggiata?

beach-volley-arena-15.6.2016.jpg

Hanno rischiato gli organizzatori di Rio 2016. Un rischio calcolato ma fino a un certo punto perché fare uno stadio del beach volley in riva al mare (ma proprio in riva!!!) può creare qualche problema. La suggestione sarà massima perché in quella striscia di sabbia dove si assegneranno le medaglie dove si accenderanno e si spegneranno i sogni a cinque cerchi dei grandi protagonisti del beach volley mondiale, questo sport ci è nato ed ha mosso i primi passi.

Però il rischio delle onde alte in una Rio del Janeiro piovosa quasi come in Italia in questi giorni, che vada a scombussolare i piani di un torneo che non può permettersi troppe pause (anche se i tempi sono piuttosto dilatati) c’è e si è manifestato domenica quando una mareggiata ha danneggiato alcune strutture dello stadio stesso in costruzione. Basta dare un’occhiata alla foto dell’avanzamento lavori qui sotto per rendersi conto di quanto sia vicino il campo dove si giocheranno tutte le sfide di Rio 2016 al mare.

beach volley arena lavori 15.6.2016

I problemi, poi, per lo stadio di Copacabana non sono finiti qui. I lavori di costruzione dell’impianto sono stati bloccati per diverse settimane perché la commissione ambientare del Comune di Rio si è accorto a lavori avviati che la ditta a cui erano stati appaltati era priva del nulla osta ambientale che serve per eseguire qualsiasi opera pubblica in Brasile. I lavori sono ripresi ieri dopo che la commissione ambientale ha rilasciato il nulla osta e ora serve una volata per fare trovare tutto pronto fra 50 giorni.

Le tribune dello stadio raggiungono i 21 metri di altezza (un palazzo di sette piani) e occuperà 62.000 metri quadrati sulla spiaggia di Copacabana, una zona protetta e inaccessibile ai bagnanti fino allo smontaggio dello stadio stesso dopo i Giochi.

Lascia un commento

Top