Beach volley, Major Series 2016 Amburgo. Ranghieri/Carambula ok: ostacolo olandese. Menegatti/Orsi Toth ko

carambula-6.5.2016.jpg

Si ferma agli ottavi di finale il cammino di Marta Menegatti e Viktoria Orsi Toth nelle Major Series di Amburgo. Troppo forti le campionesse del mondo brasiliane Agatha/Barbara per le azzurre che hanno dovuto alzare bandiera bianca per la sesta volta consecutiva contro la coppia carioca che si è imposta in due set.

Avvio choc per le italiane che in un baleno si sono trovate sotto 13-5 nel primo set e non sono riuscite a tenere il ritmo delle rivali perdendo 21-10. Azzurre più toniche in avvio di secondo set che ha visto Menegatti/Orsi Toth anche condurre con il punteggio di 9-6 ma Agatha/Barbara non hanno avuto problemi a pareggiare a quota 12 e ad operare il sorpasso sul 15-14. Una rigiocata chiusa da Barbara ha causato il break decisivo nel finale di set con le brasiliane avanti 17-15 e poi la chiusura sul 21-17.

Così gli altri ottavi: Ludwig/Walkenhorst (Ger)-Humana Paredes/Pischke (Can) 2-0 (21-18, 21-16), Juliana/Lima (Bra)-Gallay/Klug (Arg) 2-1 (18-21, 21-14, 16-14), Walsh/Ross (Usa)-Pavan/Bansley (Can) 2-0 (21-17, 21-19), Liliana/Elsa (Esp)-Maria Antonelli/Lili (Bra) 2-0 (24-22, 21-16), Bawden/Clancy (Aus)-Eduarda/Elize Maia (Bra) 2-0 (21-19, 21-15), Meppelink/Van Iersel (Ned)-Borger/Buthe 2-0 (21-11, 23-21), Larissa/Talita-Pata/Matauatu 2-0 (21-17, 21-16).

Così i quarti nel tardo pomeriggio: Meppelink/Van Iersel-Larissa/Talita, Agatha/Barbara-Bawden/Clancy, Walsh/Ross-Liliana/Elsa, Ludwig/Walkenhorst-Juliana/Lima.

Le buone notizie per l’Italia arrivano dal settore maschile dove Ranghieri/Carambula entrano di prepotenza negli ottavi di finale battendo 2-0 i temibili statunitensi Allen/Brunner. Un dominio assoluto quello degli italiani che hanno fatto leva su difesa e contrattacco per vincere un primo set abbastanza combattuto con tre tentativi di fuga degli italiani respinti dalla coppia a stelle e strisce prima dell’allungo decisivo sul 17-14 che ha aperto la strada al 21-17 conclusivo. Secondo parziale senza storia con Ranghieri/Carambula padroni assoluti del campo fin dalle prime battute (5-1) poi gli ace dei due azzurri e gli errori degli americani hanno fatto il resto per il 21-9 conclusivo.

Alle 16 per gli ottavi di finale Ranghieri/Carambula affronteranno gli ex campioni del mondo olandesi Brouwer/Meeuwsen contro cui si erano ritirati due settimane fa a Mosca per il risentimento muscolare di Carambula. Gli azzurri, in quattro precedenti, non hanno mai battuto gli ex iridati orange.

Così i sedicesimi: Bockermann/Fluggen (Ger)-Erdmann/Matisyk (Ger) 2-0 (21-17, 21-18), Smedins/Samoilovs (Lat)-Koekelkoeren/Van Walle (Bel) 2-0 (21-19, 21-14), Pedro/Evandro (Bra)-Schalk/Saxton (Can) 2-0 (21-18, 21-9), Krou/Rowlandson (Fra)-Doppler/Horst (Aut) 2-1 (24-22, 23-25, 15-11), Nummerdor/Varenhorst (Ned)-Binstock/Schackter (Can) 2-0 (21-18, 21-13), Virgen/Ontiveros (Mex)-Vitor Felipe/Alvaro Filho (Bra) 2-0 (21-9, 21-16), Kadziola/Szalakewicz (Pol)-Guto/Saymon (Bra) 2-0 (21-13, 21-19).

Così gli ottavi: Alison/Bruno (Bra)-Kadziola/Szalankewicz (Pol), Virgen/Ontiveros (Mex)-Plavins/Regza (Lat), Gibb/Patterson (Usa)-Nummerdor/Varenhorst (Ned), Krou/Rowlandson (Fra)-Lucena/Dalhausser (Usa), Pedro/Evandro (Bra)-Herrera/Gavira (Esp), Semenov/Krasilnikov (Rus)-Samoilovs/Smedins (Lat), Bockermann/Fluggen (Ger)-Fijalek/Prudel (Pol).

Tag

Lascia un commento

Top