Basket: l’Italia torna in campo. A Bologna nuovo quadrangolare e subito sfida alle Filippine

basket-alessandro-gentile-italia-israele2-fb-fip.jpg

Torna nuovamente in campo l’Italia di Ettore Messina, che, dopo aver dominato la Trentino Cup, si troverà ad affrontare un nuovo quadrangolare in preparazione del Preolimpico di Torino. In questo momento gli azzurri stanno lavorando a Bologna nella seconda parte del raduno.

Questa volta non ci saranno avversarie europee, ma in quel di Bologna l’Italia sfiderà prima le Filippine, impegnata anche lei nel preolimpico in casa propria, e poi dovrà vedersela con la vincente del match tra Canada (anche lei alla caccia di un posto alle Olimpiadi) e Cina, unica delle quattro formazioni sicura di partecipare all’evento a Cinque Cerchi.

Danilo Gallinari è stato uno dei migliori a Trento ed è certamente un leader all’interno del gruppo azzurro: “Stiamo lavorando bene. Le sensazioni sono positive, siamo carichi e il gruppo è pronto per questa sfida. Dopo Folgaria ci sono alcune cose da sistemare e vogliamo fare passi avanti ogni giorno tra Bologna e Biella per farci trovare pronti il 4 luglio a Torino. Messina e Pianigiani sono due allenatori diversi ma alla fine contano i giocatori in campo e starà a noi dimostrare di meritare l’Olimpiade. Sentivo parlare di coach Messina già da quando lui allenava mio padre e mi pare che non sia cambiato molto nel suo modo di fare. Grecia e Croazia sulla carta sono le avversarie più temibili al Pre Olimpico ma non dobbiamo sottovalutare nessuno e tutte le gare avranno il loro grado di difficoltà. Per fare la differenza serve calma e controllo perché le qualità ci sono e giocando in casa bisogna gestire le emozioni.”

Non era a presente a Trento Alessandro Gentile, che nelle ultime settimane dopo lo Scudetto con Milano è diventato uomo mercato con la possibilità di giocare in NBA sempre altissima: “Tutto il gruppo azzurro è molto carico e ha voglia di cogliere la grande opportunità che ci si è presentata per andare a Rio. Lo scorso anno era lecito sognare ma oggi ripartiamo dalla voglia di fare bene che ci è rimasta dopo la partita contro la Lituania a Lille. Con Messina stiamo sistemando i dettagli in vista di Torino; veniamo tutti da situazioni diverse e stiamo cercando di raggiungere la forma perfetta per strappare il pass.”

Andrea Cinciarini con ogni probabilità sarà tra i dodici a Torino, battendo in questo modo la concorrenza di Poeta: “L’annata con Milano, coronata da Scudetto e Coppa Italia, è stata eccezionale. Ora però testa alla Nazionale per raggiungere l’obiettivo Rio. Messina è un tecnico molto preparato ed è un piacere allenarsi e giocare per lui. A Torino giocheremo col palazzetto pieno contro squadre forti: non vogliamo sottovalutare nessuno, sarebbe un grave errore. Non sarà semplice e nei momenti difficili dovremo stare uniti e tenere duro. Questa stagione per me a livello fisico è stata complicata. Ora sto migliorando e voglio mettere in campo grande concentrazione per seguire al meglio i dettami di Messina. Il livello sarà alto e non possiamo permetterci passi falsi contro Nazionali che hanno il nostro stesso obiettivo. Siamo un gruppo che lavora insieme da anni e vincere sarebbe importante per noi e per l’intero movimento. Dobbiamo dimostrare sul campo che siamo maturati. A Torino servirà il pubblico per avere una spinta in più

Questo il programma del torneo:

Sabato 25 giugno
Ore 18.00 Canada-Cina (SkySport3HD)
Ore 20.45 Italia-Filippine (SkySport2HD)

Domenica 26 giugno
Ore 18.00 Finale 3°-4° posto (SkySport2HD)
Ore 20.45 Finale 1°-2° posto (SkySport2HD)

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca Qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

andrea.ziglio@oasport.it

Foto di pagina FB della FIP

Lascia un commento

Top