LIVE Atletica, Golden Gala Roma 2016 – Spettacolo all’Olimpico! Subito Africa Show: Ayana e Semenya superstar, Tamberi c’è: terzo con 2.30

Gianmarco-Tamberi.jpg

Gianmarco Tamberi


Buonasera cari amici dell’atletica e buon 2 giugno. Festività della Repubblica all’insegna dello spettacolo, l’Olimpico di Roma è pronto per ospitare il classicissimo Golden Gala, una delle tappe più tradizionali e prestigiose della Diamond League.

A due mesi dalle Olimpiadi, l’appuntamento della Capitale assume i connotati del provino per Rio. Grande parata di stelle sotto i riflettori della Città Eterna, pronta ad accogliere il meglio dell’atletica leggera mondiale e i migliori interpreti italiani tra cui Gianmarco Tamberi. Il Campione del Mondo Indoor di salto in alto cerca la grande prestazione davanti al proprio pubblico.

OASport vi offrirà la DIRETTA LIVE del Golden Gala 2016 intitolato a Pietro Mennea. Volete vivere tutte le emozioni dell’Olimpico di Roma? Cronaca, risultati, classifiche in tempo reale, minuto per minuto, per non perdersi davvero nulla del meeting più atteso in Italia.

Si incomincia alle ore 20.00, buon divertimento a tutti.

 

CLICCA F5 o FAI REFRESH SUI TUOI DISPOSITIVI MOBILE PER AGGIORNARE LA PAGINA

22.29: si chiude qui la nostra cronaca del Golden Gala. Buona serata a tutti gli appassionati di atletica

22.28: secondo posto per l’Italia con 38″81, risultato leggermente al di sopra delle attese e di quello necessario per avvicinare la qualificazione a Rio. Vince l’Olanda con 38″44, terza la Francia con 38″87, Italia Under 20 con 40″19

22.27: partita la staffetta

22.21: tra poco la 4×100 uomini. In gara Italia Under 20 (Pettorossi, Fornasari, Federici, Tortu), Thailandia, Svizzera, Polonia, Italia (Ferraro, Desalu, Manenti, Cattaneo), Francia, Olanda, Spagna

22.16: l’Ucraina vince la 4×100 donne con 43″64, davanti a Polonia (43″82), terza l’Italia con 44″05. Per l’Italia Under 20 sesto posto in 44″95

22.04: tra poco la 4×100 donne. In gara Italia Under 20 (Dosso, Bonicalza, Niotta, Oki), Ocraina, Olanda, Italia (Draisci, Siragusa, Bongiorni, Hooper), Polonia e Spagna

22.02: la britannica Kamlish vince con 13″36, davanti alla connazionale Sugar, terza l’azzurra Maria Lyle con 14″12.

21.55: tra poco i 100 metri paralimpici

21.53: miglior prestazione mondiale nei 3000 siepi con Kipruto che chiude in 8’01″41. Secondo Birech (8’11″39), terzo Koech (8’14″46), poi il francese Kowal, Kebeni e Yego

21.51: si chiudono qui i concorsi. Kipruto e Birech in fuga nei 3000 siepi a un giro dal termine

21.50: secondo errore per Bondarenko a 2.37 e saluta il pubblico, godendosi la vittoria

21.48: Bondarenko sbaglia il primo tentativo a 2.37

21.45: non cambia nulla con i tre salti di finale nel lungo uomini. Vince Rutherford (8.31), secondo Goodwin (8.19), terzo Lapierre (8.18), quarto Samaai (8.16)

21.44: al via i 3000 siepi uomini. Questi i protagonisti: Leslie (Usa), Kebenei (Usa), Tolosa (Eth), Zalewski (Pol), Tabti (Alg), Milne (Can), Kowal (Fra), Amare (Eth), Yego (Ken), Ndiku (Ken), Koech (Ken), B. Kipruto (Ken), C. Kipruto (Ken), Koech (Brn), Birech (Ken), Kimboi (Ken), Bett (Ken, Kipsang (Ken)

21.42: errore per Tamberi a 2.33 che dunque chiude al terzo posto. Vittoria per Bondarenko, secondo Grabarz, quarto Zhang e quinto Fassinotti. Ottima gara degli italiani

21.41: errore anche per Zhang a 2.33, è podio per Tamberi

21.41: Grabarz terzo errore a 2.33

21.39: Tamberi sbagliua anche il secondo tentativo a 2.30. Se Zhang sbaglierà il terzo avrà la certezza del podio  ancora prima di saltare

21.39: Bondarenko supera i 2.33 al secondo tentativo. Ora Tamberi

21.38: secondo errore per Grabarz e Zhang a 2.33

21.36: Justin Gatlin vince i 100 con 9″93. Non straordinario lo statunitense, avvicinato da Webb in 9″94 che sfiora il bis dei 200. Terzo posto per il francese Vicaut con 9″99, poi Ogunode e Simbine

21.35: errore anche per Tamberi a 2.33

21.33: errori per Zhang, Bondarenko e Grabarz a 2.33 nell’alto

21.32: è il momento degli uomini jet e in particolare di Justin Gatlin che ha già lanciato la lunga volata per Rio nei 100 metri. Questi i protagonisti: Martina (Ned), Brown (Can), Gatlin (Usa), Vicaut (Fra), Ogunode (Qat), Simbine (Rsa), Ujah (Gbr), Webb (Usa), Young (Usa)

21.30: Rutherford (8.31), Goodwin (8.19), Lapierre (8.18), Samaai (8.16) proseguono la gara nel lungo

21.28: peccato! Fassinotti sbaglia di un soffio il terzo tentativo a 2.30 e chiude al quinto posto la gara dell’alto. Zhang supera la misura al terzo tentativo. Eliminato Barshim. Restano in quattro

21.27: la giamaicana Thompson con 10″87 vince i 100 donne battendo la statunitense Gardner (10″92), terza la statunitense Pierre (11″10), quarta Lalova

21.26: Gianmarco Tamberiiiiiiiii!!!! Supera i 2.30 al secondo tentativo, questo è un salto da podio

21.25: Bondarenko ha superato i 2.30 al primo tentativo, secondo errore per Zhang e Barshim

21.25: atlete sui blocchi per i 100 metri donne. Queste le protagoniste: Kambundji (Sui), Lalova (Bul), Henry (Gbr), Pierre (Usa), Gardner (Usa), Ahye (Tto), Thompson (Jam), Tenoro (Ecu), Swoboda (Pol)

21.24: secondo errore per Fassinotti a 2.30

21.22: errore di Tamberi a 2.30, sbaglia anche Barshim

21.21: Vilijoen (Sud Africa) vince con 61.95 il giavellotto donne, seconda Palameika con 61.92 all’ultimo tiro, terzo posto per Hussong con 61.21

21.20: Grabarz supera 2.30 alla prima prova e va in testa all’alto. Errori per Fassinotti e Zhang

21.19: il keniano Manangoi vince i 1500 uomini con 3’33″96, secondo il kenyano Biwott (3’34″21), terzo l’australiano Gregson (3’34″27)

21.16: 2.27 superato anche da Gianmarco Tamberi!!!! Terzo tentativo vincente per l’azzurro e miglior risultato dell’anno

21.16: Stefanidi ha vinto la gara di salto con l’asta, davanti a Kiriakopoulou

21.14: Barshim supera 2.27

21.13: al via i 1500 piani uomini. Questi i protagonisti: Abikadar (Ita), Carvalho (Fra), Birker (Ken), Ingebritsen (Nor), Gregson (Aus), Wolde (Eth)., O’Hare (Gbr), Philibert-Thiboutot (Can), Amdouni (Fra), Tesfaye (Ger), Cheboi (Ken), Wote (Eth), Kiplagat (Ken), Biwot (Ken), Manangoi (Ken), KJipkoech (Ken), Rotich (Ken)

21.11: errore per Gianmarco Tamberi, il secondo, a 2.27. Due errori anche per Baker e Barshim, eliminato Baniotis

21.09: lo spagnolo Ortega vince i 110 ostacoli con 13″22, secondo posto per Martinot Lagarde 13″29, terzo il britannico Pozzi con 13″37, Abate è sesto con 13″83, Perini è settimo a 13″90

21.08: Fassinotti supera i 2.27 al secondo tentativo!!!

21.07: ai blocchi di partenza i protagonisti dei 100 ostacoli uomini: Perini (Ita), Pozzi (Gbr), Brathwaite (Bar), Bascou (Fra), Martinot-Lagarde (Fra), O’Farrill (Cub), Oertega (Esp), Belocian (Fra), Abate (Ita)

21.05: il britannico Rutherford è in testa al salto in lungo con 8.03, davanti a Goodwin (8.01), terzo Hartfield (7.96)

21.04: Bondarenko entra in gara e supera 2.27. Errore per Barshim e per Tamberi

21.03: errori per Stefanidi e Kiriakopoulou a 4.85 nell’asta donne

21.03: Zhang supera i 2.27 al primo tentativo. Errori di Fassinotti, Granarz, Baniotis, Baker

21.00: nei 5000 vince Ayana davanti a Cherono (14’33″95), terza Kibiwot con 14’34″39

20.59: Peccato!!! La etiope Ayana sfiora il record del mondo dei 5000 metri con 14’12″59, mondiale stagionale a poco più di un secondo dal record mondiale., secondo miglior risultato di sempre

20.56: Ayana passa in 11’23” ai 4000 e si allontana dal record del mondo. Sarà comunque un grande tempo

20.55: eliminato il cipriota Hondrokoukis nell’alto. Barshim supera i 2.24 al secondo tentativo

20.55: nell’asta donne Stefanidi e Kiriakopoulou hanno superato al secondo tentativo 4.75

20.54: Ayana sta puntando al record del mondo, al terzo km le altre sono staccatissime

20.53: per ora hanno superato i 2.24 nell’alto Fassimotti, Tamberi, Grabarz, Baniotis al primo turno, Baker e Zhang al secondo. Gli altri hanno tutti sbagliato

20.52: Ayana in fuga nei 5000 metri a caccia del record del mondo!

20.50: Viljoen va in testa al giavellotto donne con 61.94 e prosegue il magic moment del Sudafrica, seconda Palameika, terza Hussong, quarta Obergfoll. Eliminata Spotakova. Le prime quattro avranno gloi ultimi tre tentativi

20.48: Tamberi supera al primo tentativo i 2.24 sfiorando l’asticella

20.46: Stefanidi finora è l’unica ad aver superato i 4.70 nell’asta donne. E’ sfida tutta greca visto che in gara c’è ancora Kiriakopoulou. Tre errori invece per la cubana Silva che si ferma al terzo posto con 4.60, quarta la svizzera Buchler

20.45: partiti i 5000 donne. Queste le atlete al via: Gidey (Eth), Can (Tur), Akda (Tur), Twell (Gbr), Tiro Neda (Eth), Mamo (Eth), Chekwell (Uga), Grovdall (Nor), Kisa (Ken), Grbreslasie (Eth), Dida (Eth), Burka (Eth), Yalew (Eth), Cherono (Ken), Teferi (Eth), Kibiwot (Ken), Ayana (Eth), Chepkoech (Ken), Tverdostup (Ukr).

20.44: eliminato Krymarenko nell’alto. Grabarz supera i 2.24

20.43: Fassinotti supera al primo tentativo i 2.24 nell’alto. Misura fin qui superata solo da Baniotis

20.41: tra poco al via la gara del salto in lungo uomini. Ecco i protagonisti: Juska (Cze), Wang (Chn), Camarea (Ger), Manyonga (Rsa), Huang (Chn), Gotsch (Usa), Hartfield (Usa), Samaai (Rsa), Lapierre (Nzl), Goodwin (Usa), Rutherford (Usa)

20.40: Yarisley Silva (Cuba) supera 4.60 nell’asta donne, misura già superata da Stefanidi

20.37: grandissimo 400 vinto dal sudafrcano Van Niekerk con 44″19, secondo posto per Taplin di Greneda con 44″43, terzo posto per Makwala (44″85). Galvan è nono e ultimo con 46″06

20.35: tra poco al via i 400 uomini con in pista: Galvan (Ita), McDonald (Jam), Borlee (Bel), Van Niekerk (Rsa), Makwala (Bot), Haroun (Qat), Taplin (Grn), Norwood (Usa), Lendore (Tto). Sarà ancora Sudafrica?

20.33: Tamberi supera al primo tentativo i 2.20 con esplosione dell’Olimpico

20.31: nell’alto Fassinotti supera 2.20. Errori per Baniotis, Sun e Krymarenko

20.29: show di Carsten Semenya con 1’56″66 (miglior tempo mondiale stagionale) negli 800 donne. Secondo posto per Nyonsaba (Bdl) con 1’58″20, terza Sharp (Gbr) con 1’59″03

20.28: Fassinotti e Tamberi superano senza problemi 2.15

20.27: partiti gli 800 donne

20.26: la lettone Palameika con 61.66 va in testa al giavellotto donne davanti alla tedesca Obrgfoll (59.98), terza Khaladovich. Ultima Bani con 51.75

20.25: tutto pronto per gli 800 metri donne. Al via Lamote (Fra), Buchel (Sui), Jozwyk (Pol), Nyonsaba (Bdi), Alemu (Eth), Wilson (Usa), Bishop (Can), Sun (Ken), Arzamasova (Blr), Semenya (Rsa), Sharp (Gbr), Usovich (Blr). Occhi su Carsten Semenya

20.20: Kiriakopoulou supera i 4.55 e vola in testa alla gara dell’asta donne. Eliminate Nageotte, e Ling Li

20.19: Emil Webb (Usa) vince i 200 metri con 20″04, davanti a Brown (Can) in 20″24, terzo Edward (Pan), 20″25, Desalu è ottavo con 20″86

20.16: al via tra poco i 200 metri piani uomini. Questi i protagonisti: Desalu (Ita), Skyers (Cub), Smellie (Can), Lemaitre (Fra), Webb (Usa), Edward (Pan), Bromell (Usa), Guliyen (Tur), Brown (Can).

20.15: nell’asta donne doppio errore per Nageotte a 4.55, un errore per Kiriakopoulou e Ling Li

20.11: dopo i primi dieci lanci del tiro del giavellotto donne in testa la bielorussa Khaladovich con 59.86

20.10: sta per iniziare la gara più attesa della serata, il salto in alto. Questi i protagonisti: Krimarenko (Ukr), Hondrokoukis (Cyp), Baniotis (Gre), Yun (Kor), Fassinotti (Ita), Grabarz (Gbr), Baker (Gbr), Zhang (Chn), Bondarenko (Ukr), Barshim (Qat), Tamberi (Ita)

20.09: errore ancora per Murer che dunque viene eliminata ancora prima di entrare in gara. Eliminata anche la finlandese Nikkanen. Per Malavisi nono posto finale con 4.25

20.08: Murer a rischio eliminazione nell’asta donne

20.06: nei 400 ostacoli la giamaicana Russell vince con 53″96 (miglior risultato dell’anno), secondo posto per la sudafricana Theron Nel (54″61), terza la britannoca Doyle (54″81), ritirata Caravelli prima del rettilineo finale. Folorunso è settima a 57″24

20.04: tutto pronto per i 400 ostacoli donne

20.02: Buchler, Silva e Stefanidi entrano in scena superando 4.50 nell’asta donne. Nageotte supera la misura al secondo tentativo. Errore per Nikkanen e Murer nella misura di ingresso

19.56: asta donne: terzo errore anche per Ryzih che esce di scena senza misura

19.54: prossima gara in pista alle 20.04 i 400 ostacoli donne. Al via Folorunso (Ita), Caravelli (Ita), Spencer (Jam), Moline (Usa), Tate (Usa), Doyle (Gbr), Russell (Jam), Adekoya (Brn), Theron Nel (Rsa).

19.52: nell’asta donne Kiriakopoulou supera i 4.45 e va in testa. Terzo errore per Murto, eliminata, Nikkanen supera i 4.45 al terzo tentativo

19.50: tra poco al via il giavellotto donne. In gara Bani, Muze, Borman, Laasma, Gleadle, Palameika, Hussong, Khaladovich, Obergfoll, Viljoen, Spotakova, Molitor

19.49: nell’asta ancora errori per Niskanen e Ryzih a 4.45.

19.47: la colombiana Ibarguen vince la gara di salto triplo donne. Rypakova con 14.13 non supera la sudamericana che dunque ottiene il successo finale nonostante il nullo nell’ultimo salto

19.46: il britannico Dasaolu vince i 100 metri B uomini con un ottimo 10″11 davanti all’olandese Bockarier (10″40) e all’altro landese Van Luijk (10″41)

19.44: non cambia nulla alle spalle delle prime due nel triplo. Thomas è terza, Williams è quarta

19.42: la statunitense Nageotte supera i 4.45 al secondo tentativo e va in testa all’asta. Errori per Niskanen, Murto, Kiriakopoulou e Ryzih

19.40: nel triplo donne conclusa la terza tornata di salti. La colombiana Ibarguen piazza il colpaccio e con 14.64 volain testa scalzando la kazaka Rypakova

19.37: l’azzurra Gloria Hooper vince i 100 metri B con 11″38, davanti all’olandese Samuel e alla canadese Hyacinthe

19.35: nell’asta errori per Murto, Ling e Nageotte a 4.45

19.34: altri due errori per l’azzurra Malavisi a 4.35 e dunque si ferma qui la gara dell’unica atleta italiana presente nella gara dell’asta. Le migliori devono ancora entrare in gioco.

19.33: la giamaicana Williams salta 14.38 e sale al terzo posto in classifica scalzando la cubana Povea dal podio.

19.31: ufficiale anche il risultato del getto del peso donne: prima la neozelandese Valerie Adams (19.69), davanti all’ungherese Anita Marton (18.86) e alla bielorussa Dubitskaya con 18.38. Ultima Chiara Rosa con 16.61

19.30: ufficiale il podio del lancio del disco maschile: vince Robert Urbanek con 65.00, secondo posto per il sudafricano Hogan (63.58), terzo il tedesco Harting con 63.96. Ultimo l’azzurro Apollonio con 57.51.

19.27: la finlandese Murto, dopo due errori a 4.25, salta al primo tentativo 4.35 e va in testa. Primo errore a 4.35 anche per la statunitense Nageotte, non sbaglia invece la finalndese Nikkanen che va in testa

19.25: nel triplo donne Derkach si ferma a 13.36, mentre c’è un nullo per La Mantia.

19.24: Malavisi commette un errore al primo tentativo ai 4.35

19.22: l’azzurra Malavisi supera al secondo tentativo i 4.25nel salto con l’asta donne. 4.25 superati al primo tentativo dalla finalndese Nikkanen, due errori per l’altra finlandese Murto. Passano tutte le altre

19.19: iniziato anche il salto triplo donne. In testa dopo due dei quattro salti in programma la kazaka Rypakova con 14.51, davanti alla giamaicana Thomas (14.34) e alla cubana Povea con 14.33. Nona l’azzurra Derkach (13.69), decima La Mantia con 13.54.

19.16: in corso di svolgimento anche l’ultima tornata di lanci del getto del peso donne. In testa la dominatrice neozelandese Valerie Adams (19.69), davanti all’ungherese Anita Marton (18.86) e alla bielorussa Dubitskaya con 18.38. Ultima Chiara Rosa con 16.61 ottenuto al primo lancio (poi due nulli)

19.12: in corso di svolgimento l’ultima tornata del lancio del disco maschile. Comanda un polacco ma non è Malachowski che è solo sesto con 63.63, si tratta di Robert Urbanek che guida la classifica con 65.00, secondo posto per il sudafricano Hogan, terzo il tedesco Harting con 63.96. Ultimo l’azzurro Apollonio con 57.51.

19.10: buonasera a tutti gli appassionati di atletica. Primo appuntamento europeo della Diamond League all’Olimpico di Roma con l’edizione 2016 del Golden Gala. Ci aspetta una serata molto emozionante.

Lascia un commento

Top