Atletica, 4×400 juniores femminile da record a Bressanone, i risultati dell’ultima giornata

sottile-colombo-fidal.jpg

Cala il sipario sui trials juniores e promesse di atletica leggera di Bressanone, con le ultime gare in programma questo pomeriggio. Andiamo dunque ad analizzare le migliori prestazioni di giornata, nella quale spicca anche il record della 4×400 juniores femminili.

Juniores maschili

Disco: straordinaria prova di Leonardo Fabbri, protagonista del fine settimana con la doppietta disco-peso. Buono anche il 53.75 odierno.

Triplo: gara straordinaria per Fabio Camattari, che vince con la misura di 15.63, davanti all’argento europeo Tobia Bocchi, fermo a 14.82.

1500 metri: fa doppietta Lorenzo Casini, imbattibile in volata, che chiude la prova in 3:54.95.

Alto: nessun problema per il campione del mondo di Cali Stefano Sottile, capace di saltare 2.18 e mettere tutti d’accordo.

200 metri: finale al cardiopalma tra Diego Pettorossi ed Alexandru Zlatan, dove è stato il secondo ad aggiudicarsi il titolo italiano 21.66 a 21.72.

400 ostacoli: netto successo di Gabriele Montefalconeuno dei migliori prospetti azzurri in vista dei Mondiali giovanili.

Juniores femminili:

4×400: nella staffetta arriva l’unico record di oggi, e lo timbra la Bracco Atletica con il crono di 3:44.79.

Asta: Virginia Scardanzan vince con la modesta misura di 3.70, ben lontana dai 4 metri fissati come minimo mondiale.

Disco: successo di Martina Carnevale, vincitrice con 43.21. Resta tuttavia un pizzico di rammarico per il personale mancato.

1500 metri: nel chilometro e mezzo in titolo italiano va a Chiara Ferdani, che ha fermato il cronometro a 4:25.98.

200 metri: nel mezzo giro domina Sofia Bonicalza, che sfiora il personale, ma si mette alle spalle tutte le altre.

Triplo: Alessia Beretta aggiunge un’altro titolo tricolore alla sua carriera, realizzando la misura di 12.71.

Promesse maschili

Triplo: finale senza troppe emozioni, vinta da Edoardo Accetta con la misura di 15.54.

1500 metri: Lorenzo Pilati si afferma di giustezza in volata, precedendo il più quotato Enrico Riccobon.

200 metri: primo successo per Simone Tanzilli, ormai un talento della pista azzurra.

400 ostacoli: Mattia Contini forza l’andatura per tutta la gara, tagliando il traguardo con il buon tempo di 51.03.

Promesse femminili

Disco: vince Giada Andreutti (51.70), la migliore tra le specialisti dell’attrezzo.

1500 metri: personal best di Joyce Mattagliano, vittoriosa nel chilometro e messo in 4:25.28.

200 metri: Johanelis Herrera bissa il successo nei 100 metri, raddoppiando la distanza e percorrendola in 23.86.

Foto: FIDAL

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianni.lombardi@oasport.it

Lascia un commento

Top