Volley, SuperLega – Finale Scudetto: Modena espugna Perugia in gara2, il tricolore è vicino!

Modena-Coppa-italia-Volley-Pier-Colombo-2.jpg

Modena si avvicina al dodicesimo tricolore della sua storia. Al termine di un incontro rocambolesco, combattuto, equilibrato e durato 136 minuti, i canarini espugnano il PalaEvangelisti sconfiggendo Perugia per 3-2 (21-25; 25-17; 24-26; 25-23; 15-10) nella gara2 della Finale Scudetto di volley maschile.

Ora i Gialli di Angelo Lorenzetti si portano avanti per 2-0 nella serie conclusiva e possono festeggiare quel titolo atteso per 14 anni già domenica pomeriggio nel loro PalaPanini, tempio della pallavolo italiana pronto a esplodere e a riaprire la bacheca del club più titolato d’Italia. Dopo la Finale persa lo scorso anno contro Trento, gli emiliani compiono un passo decisivo verso l’accoppiata Coppa Italia – Scudetto ora davvero vicinissima.

I Block Devils ci hanno messo tutto il cuore possibile, sono andati avanti per 2-1 ma alla lunga sono crollati sotto i colpi degli avversari, apparsi più cinici nei momenti cruciali della sfida dove è saltato fuori il loro maggior tasso tecnica. La quinta classificata della regular season, già capace di eliminare Civitanova in semifinale e in precedenza Verona, si trova ora con le spalle al muro, costretta a vincere per ben due volte in trasferta per ribaltare la serie e conquistare il primo scudetto della sua storia. Una missione che sembra impossibile.

 

In gara1 Modena aveva martellato al servizio, Perugia è corsa ai ripari ma ha pagato i muri vertiginosi dei canarini (14). Top scorer un superlativo Luca Vettori (22 punti) che ha chiuso il quarto set ed è stato fenomenale nel secondo (da urlo un recupero difensivo nel tie-break), grande partita anche di Earvin Ngapeth (20), si è fatta sentire la classe di Lucas (16 marcature, 4 stampatone), regia impeccabile di Bruninho che ha mandato in doppia cifra anche Nemanja Petric (11).

Modena fallosissima (addirittura 37 punti regalati), ma gli umbri non sono riusciti ad approfittarne. Atanasijevic e Russell (20 e 17 punti a testa) hanno incantato nella prima parte dell’incontro, poi hanno calato il rendimento e hanno faticato a concretizzare in fase offensiva (34% e 44%), incappando anche in svariati errori (l’opposto è stato stampato 7 volte, 5 falli al servizio al pari dello schiacciatore). 11 di Kaliberda, 3 muri a testa per i centrali Buti e Birarelli.

I ragazzi di Lorenzetti hanno faticato, non hanno giocato il loro miglior volley con continuità ma si sono accesi nei momenti più importanti, quelli in cui un gremito PalaEvangelisti non è riuscito a supportare i suoi beniamini.

 

Perugia parte a mille, trova subito il break del +3 grazie al piglio di Atanasijevic e Russell. Allungo immediato sul 10-5 quando Modena non riesce a passare, sottomessa in ricezione dalla bordate dei Block Devils. Il vantaggio dilaga fino al 18-11, poi gli ospiti tentano una rimonta che però rimane vana.

Modena riparte con le barricate nel secondo set, il muro si fa sentire e i canarini volano sul 8-4 grazie anche a un buon Vettori che risulta imprendibile. Ngapeth inizia a picchiare, Kaliberda passa con fatica, Lucas fa sentire le sue mani a muro: la DHL domina il set e impatta i conti.

Perugia reagisce in avvio del terzo set grazie al servizio di Atanasijevic, supportato dal muro dei compagni che impediscono a Vettori e Petric di passare (10-8). Modena inizia a sbagliare in attacca, vede i padroni di casa schizzare sul 15-11 ma Ngapeth e Vettori impattano a quota 22, a cui segue il vantaggio ospite grazie all’ace dell’opposto. Un muro di Elia ribalta la situazione, Petric annulla ma sbaglia al servizio prima della chiusura di Kaliberda.

Modena subito sul 5-1 nel quarto set grazie a Ngapeth, Vetori e Lucas. Perugia arranca, Atanasijevic cala il proprio rendimento, c’è solo una squadra in campo ma sul 20-13 succede l’incredibile: una serie folle di Russell al servizio porta la contesa sul 23 pari, un ace del Vetto trascina la sfida al tie-break.

Nel parziale decisivo batti e risposta tra Vettori e Russell. Recupero vertiginoso dell’opposto in difesa, Ngapeth chiude un punto magico e al cambio campo è 8-7. Qui l’ingresso di Nikic è decisivo: due punti consecutivi valgono l’11-8, il muro di Lucas vale il +4 che chiude la contesa. Atanasijevic sparacchia in rete, Modena fa festa.

 

Lascia un commento

Top