Volley, Qualificazione Olimpiadi 2016 – L’Italia rulla la Dominicana! Azzurre a un passo da Rio

Italia-volley-torneo-preolimpico-Dominicana.jpg

L’Italia può iniziare a fare le valigie per Rio de Janeiro: le Olimpiadi 2016 sono davvero dietro l’angolo, vicinissime, a un passo di distanza da Tokyo. La nostra Nazionale di volley femminile sorride ancora nel torneo di qualificazione ai Giochi Olimpici in corso di svolgimento nella capitale nipponica, sconfigge la Repubblica Dominicana per 3-0 (25-22; 25-23; 25-23) e infila la terza vittoria consecutiva dopo quelle ottenute nel weekend contro Corea del Sud e Thailandia.

Una tripletta che avvicina la ragazze di Bonitta al grande obiettivo della vigilia, visto che sono state vinte le tre partite contro le formazioni sulla carta avversarie dirette per il pass a cinque cerchi. Questa notte (ore 03.00) le azzurre torneranno in campo per affrontare il Perù: si preannuncia una passeggiata (le sudamericane non sono comunque da sottovalutare visto che hanno sconfitto proprio la Dominicana e poco fa il Kazakhstan, rimanendo ancora in corsa per Rio) che potrebbe blindare ulteriormente le Olimpiadi 2016. Non dimentichiamo poi che chiuderemo la manifestazione contro il materasso Kazakhstan dopo i due big match contro Olanda e Giappone: insomma intravediamo il Brasile.

La Repubblica Dominicana accumula invece il terzo ko in questo torneo preolimpico ed è davvero con le spalle al muro: la qualificazione a Rio sembra davvero lontanissima e difficilmente raggiungibile.

 

La sfida è stata più equilibrata di quanto i risultati dello scorso weekend potessero lasciar pensare. Le caraibiche hanno dimostrato tutto il loro potenziale offensivo grazie alle Martinez e a Rivera, difendendo molto più di quanto ci hanno abituato grazie anche alla grande partita del libero Brenda Castillo.

L’Italia è stata contratta, ha faticato a esprimersi al meglio in fase offensiva, non riuscendo mai a scrollarsi di dosso le avversarie. Nei momenti più caldi della sfida, però, le azzurre hanno trovato i rari break dell’incontro e hanno portato a casa tre punti fondamentali. L’approccio caratteriale non è però mai mancato e le ragazze hanno sempre dimostrato un gran piglio, l’atteggiamento necessario per chiudere incontri rognosi e complicati come questo.

 

Bonitta ha cambiato il sestetto titolare rispetto alle precedenti partite, togliendo definitivamente Francesca Piccinini e inserendo Miriam Sylla che aveva così ben fatto contro la Thailandia. La schiacciatrice ha affiancato la capitana Del Core, Alessia Orro in cabina di regia in diagonale con Serena Ortolani, Cristina Chirichella e Martina Guiggi al centro, Monica De Gennaro il libero.

Antonella Del Core MVP dell’incontro, sempre determinante e incisiva, ci ha pensato lei ad accendersi nel secondo e terzo set: chiuderà da top scorer con 15 punti, firmando anche il punto che ha messo fine all’incontro. Bravissima ancora una volta Miriam Sylla (14 punti) che si è dimostrata solidissima in ricezione e ha sbaragliato tutti in fase offensiva, piazzando dei break micidiali nel finale del secondo e terzo parziale.

Serena Ortolani ha faticato a entrare nel match. Primo set complicato, si è poi infiammata nel finale e da lì ha giocato una buona partita da 15 punti.

Pregevole performance di Cristina Chirichella, autrice di 4 punti, prima di lasciare il posto ad Anna Danesi nel corso del terzo set (sua la stampatona del 17-14 che mette un’ipoteca sulla sfida). Si è fatta apprezzare la regia di Alessia Orro che ha smistato su tutte le compagne, buona prova del libero Monica De Gennaro.

 

Articoli correlati:

Qualificazione Olimpiadi 2016 – Italia rulla Dominicana: tris azzurro, Rio è dietro l’angolo

Qualificazione Olimpiadi 2016 – Italia batte Dominicana: le pagelle. Immensa Del Core, applausi Sylla, Ortolani sale

Qualificazione Olimpiadi 2016 – Italia camaleontica: cambia il volto, non la testa. Azzurre super, Rio a un passo

Qualificazione Olimpiadi 2016 – Tutti i risultati e la nuova classifica: Italia in testa, Corea batte Giappone, Olanda insegue

 

(foto FIVB)

Lascia un commento

Top