Volley, Qualificazione Olimpiadi 2016 – Italia, stanotte c’è la Thailandia: una vittoria vale mezzo pass per Rio!

Italia-Corea-del-Sud-preolimpico-volley.jpg

Questa notte (ore 03.00 italiane) l’Italia scenderà nuovamente in campo a Tokyo per la seconda partita del torneo di qualificazione alle Olimpiadi 2016. Dopo aver sconfitto la Corea del Sud, la nostra Nazionale di volley femminile sarà impegnata contro la Thailandia in un match che, in caso di vittoria netta, potrebbe mettere una seria ipoteca sulla conquista del pass a cinque cerchi.

Le ragazze di Bonitta non devono però sottovalutare l’avversario, una squadra rocciosa e arcigna, molto compatta e unica, ieri capace di sconfiggere la Repubblica Dominicana candidandosi così per un posto a Rio. Le azzurre partono con tutti i favori del pronostico ma l’importante è non dare scontati i tre punti, disputando la stessa partita vista contro Kim e compagne.

La Thailandia è infatti la formazione asiatica per eccellenza, dotata di un meccanismo difensivo di prim’ordine e di un atletismo eccellente: rigiocano all’infinito, fanno raramente cadere un pallone, giocano bene un contrattacco. Rispetto alla Corea del Sud, però, non sono dotati di una stella individuale ma il loro collettivo è estremamente compatto e omogeneo: una buona squadra che può metterci in difficoltà, soprattutto sotto il profilo mentale.

L’Italia deve essere sgombra da pensieri, avere tanta pazienza, non forzare il colpo e giocare con calma, punendo le avversarie quando ce ne sarà bisogno. Siamo dotati di un tasso tecnico più elevato e questo alla lunga deve saltare fuori.

 

Come detto non c’è una giocatrice di spicco tra le fila della formazione guidata da coach Kiattipong ma Ajcharaporn è in grado di coprire più ruoli, un’universale da leggere con molta attenzione e che ieri si è messa in luce contro la Dominicana. Da non sottovalutare anche la schiacciatrice Sittirak e la regia di Tomkom, in una formazione che sa farsi vale anche al centro con Thinkaow e Neukjang mentre Kanthong è l’opposto. A disposizione la stellina Moksri, schiacciatrice nata il 6 novembre 1999.

La curiosità è invece sul sestetto dell’Italia dopo i tanti cambi visto nel match odierno. Serena Ortolani è uscita per dei piccoli problemi fisici nel corso del terzo set: verrà nuovamente schierata titolare, verrà rimpiazzata dalla deludente Nadia Centoni oppure partirà subito Paola Egonu da opposto?

Francesca Piccinini ha deluso, verrà azzardata nuovamente oppure si partirà subito con Alessia Gennari o Miriam Sylla? Domande complicate a cui avrà già sicuramente pensato Marco Bonitta, pronto a svelarci la soluzione. Gli altri tasselli sono ben definitivi: Alessia Orro in cabina di regia che dovrà servire maggiormente le centrali Cristina Chirichella e Martina Guiggi, capitana Antonella Del Core di banda per dare solidità alla ricezione e metterci tutta la sua esperienza, Monica De Gennaro il libero imprescindibile.

 

Lascia un commento

Top