Volley, Qualificazione Olimpiadi 2016 – Italia, ora l’esame Olanda: per la rivincita, il prestigio e la matematica verso Rio

Italia-Thailandia-volley-preolimpico.jpg

Domani mattina (ore 08.30 italiane, diretta tv su RaiSport e diretta scritta su OASport) l’Italia tornerà in campo a Tokyo per disputare il quinto match del torneo di qualificazione alle Olimpiadi 2016. La nostra Nazionale di volley femminile affronterà l’Olanda nel match che può consegnarci matematicamente il pass per Rio, già ipotecato da tempo ma su cui manca ancora il sigillo dell’aritmetica certezza.

In caso di vittoria, infatti, le azzurre festeggeranno la quinta partecipazione consecutiva ai Giochi Olimpici. Una sconfitta, invece, ci costringerebbe a rinviare il brindisi a meno di un particolare incrocio di risultati (clicca qui per saperne di più).

 

La sfida alle ragazze di Guidetti può essere vista come il primo vero test probante per l’Italia che fin qui ha affrontato solo la Corea del Sud tra le squadre più forti del torneo, asfaltando poi senza problemi Thailandia, Dominicana e Perù. Le oranjes hanno perso proprio contro Kim e compagne, si presentano da vicecampionesse d’Europa e negli ultimi due precedenti hanno letteralmente asfaltato la nostra Nazionale (nella rassegna continentale e nel torneo preolimpico europeo di quattro mesi fa).

C’è quindi desiderio di rivalsa per Antonella Del Core e compagne che vogliono dimostrare di meritarsi il pass olimpico, non avendo nulla da temere contro questa Olanda che sembra essere contratta e non al top della forma.

Una partita prestigiosa per tastare con mano il livello raggiunto dalle nostre ragazze e per capire se davvero è stato fatto il salto di qualità che speravamo e che a tratti abbiamo visto nel corso della settimana. Bisognerà prestare la massima attenzione al cospetto di un sestetto capace di difendere in maniera eccellente e di attaccare con velocità, precisione ed efficacia. Un mix letale che mette in difficoltà chi li affronta senza prestazione attenzione in seconda linea e soprattutto sbagliando diversi palloni.

L’Italia non dovrà farsi distrarre dall’obiettivo già raggiunto e dovrà provare a fare bella figure. Attenzione alla scatenata Sloetjes che sta giocando benissimo, alla regia di Dijkema e ai muri di Belien. Bujs non è al top ma è sempre in grado di colpire, Plak è un altro terminale di prestigio. De Kruijf si è infortunata contro la Corea del Sud ma potrebbe rientrare in campo proprio domani.

 

Bonitta dovrebbe riproporre il sestetto con Serena Ortolani opposto e Miriam Sylla di banda, pronto a giocarsi la carta Egonu in corsa. Questo stando alle indicazioni che danno per certe anche la regia di Alessia Orro, capitana Antonella Del Core di banda, Cristina Chirichella e Martina Guiggi al centro, Monica De Gennaro il libero.

 

Lascia un commento

Top