Volley, Catia Pedrini attacca il CT Blengini: “Ignobile il suo pressing per portare gli azzurri alla Lube!”. DHL saluta Modena: addio sponsor

GianlorenzoBlenginiheadcoachofItalydirectshisplayers.jpg

La DHL ha ufficialmente rescisso il contratto di sponsorizzazione con Modena Volley. La multinazionale tedesca si è tirata indietro dopo un solo anno di contratto, ricco di trionfi e terminato con la conquista di scudetto, Coppa Italia e SuperCoppa Italiana.

Stringata la nota stampa, firmata da Alberto Nobis, AD di DHL Express Italy: “Desidero ringraziare la Presidente Catia Pedrini, lo staff, i giocatori e i tifosi della Modena Volley per l’esperienza estremamente positiva, sia in termini di successi sportivi che di valorizzazione del brand DHL e di engagement dei clienti. Siamo molto grati per ciò che abbiamo condiviso in questa stagione meravigliosa. Auguro a tutti loro un futuro pieno di soddisfazioni e vittorie“.

Motivazioni ignote e non comunicate, ma la notizia era nell’aria già da diverso tempo. Si aspettava, però, in una riduzione dell’impegno e non in un addio totale. Un saluto che libera quantomeno la maglia dei Campioni d’Italia, il cui spazio sarà ora vendibile ad altri potenziali sponsor. Sembra una rincorsa disperata, con il contemporaneo crowfunding che sta andando abbastanza male: sono stati raccolti solo 80mila euro a fronte del milione cercato da Catia Pedrini per iscriversi alla prossima stagione (i termini dell’iscrizione scadono a fine giugno). Rinuncerà davvero a partecipare ai prossimi eventi?

 

La Presidente ha replicato su Facebook con questo messaggio. “Desidero ringraziare Dhl per avere condiviso con noi le grandi emozioni di una stagione straordinaria. Sono lieta di poter continuare la partnership con Dhl nelle forme che reputeremo opportune. Ora possiamo impegnarci, nei mesi a venire, per valorizzare in termini commerciali e di immagine la maglia di una squadra, la nostra, che ha il diritto di continuare a sognare” .

A fare notizia, però, sono le parole di fuoco rivolte a Chicco Blengini, Commissario della Nazionale Italiana di volley maschile, rilasciate a Volleyball.it: Trovo ignobile che venga fatto pressing su tutti i giocatori della nazionale per cercare di portarli a Civitanova e considero inaccettabile quello che si sta facendo con Matteo Piano. Ricordo a tutti che Matteo è incedibile perché una delle colonne su cui si è ispirato il nostro progetto tecnico e non solo sin dagli inizi e a cui poi si sono aggiunti Nema (Petric, ndr) e Earvin (Ngapeth, ndr). Non verrà ceduto a nessun titolo e prezzo. Se avremo uno, due, tre centrali questo non cambierà nulla… Matteo è un ragazzo che è stato operato due volte in due anni e se con un reparto centrale rinforzato gli posso levare un po’ di pressione per non metterlo a rischio – considerando che potremmo disputare anche la Champions League – lo farò. I miei ragazzi non sono carne da macello. Deve però finire l’ingerenza di Blengini con i giocatori azzurri in chiave Lube”.

 

Lascia un commento

Top