Tuffi, Europei Londra 2016: gran Tocci, in finale da 3 metri! Guida Laugher, out Benedetti

Giovanni-Tocci-tuffi-foto-deepbluemedia-comunicato-Len.jpg

Giovanni Tocci non avrebbe dovuto nemmeno farli i 3 metri individuali agli Europei di Londra 2016, non qualificato perché battuto nelle selezioni nazionali da Andrea Chiarabini e Michele Benedetti, che per giunta rappresenteranno l’Italia nella specialità alle Olimpiadi di Rio. E invece il 20enne romano, fermato da un problema alla schiena, ha dovuto alzare bandiera bianca facendosi sostituire dal compagno di sincro (a cui l’Italia domani non parteciperà), esaltato dall’argento di martedì sera dal metro.

E il cosentino ha confermato tutto il proprio talento e la forma super di questa rassegna continentale chiudendo l’eliminatoria al quinto posto, secondo a un tuffo dalla fine, con 424.25 punti e una sola pecca nel triplo e mezzo ritornato raggruppato conclusivo (62.90). Da applausi gli esercizi più delicati del programma, ovvero il triplo e mezzo rovesciato raggruppato (75.25) e il quadruplo e mezzo avanti raggruppato (74.10). Stasera alle 20.30, diretta tv su RaiSport ed Eurosport, sarà difficile lottare per una medaglia contro alcuni tra i migliori atleti del mondo, guidati dal britannico Jack Laugher che ha seminato la concorrenza con 495.05 punti, ma senza pressioni l’azzurro potrà fare bene e sfruttare qualsiasi pecca dei rivali.

Purtroppo ha mancato l’accesso tra i migliori 12 del Vecchio Continente Michele Benedetti, 14° con 372.65 punti a 1.25 di distanza dall’ultimo dei qualificati, il sorprendente spagnolo Alberto Arevalo. Incredibilmente ci saranno due iberici in finale (l’altro è Nicolas Garcia, 388.85, decimo) e, oltre all’azzurro ottavo in Coppa del Mondo, rimane fuori anche l’austriaco Constantin Blaha, bronzo dal metro ma solo 17° oggi. Per Benedetti fatali le sbavature con indietro e avvitamento in un’eliminatoria condizionata da un buon livello generale.

Sarà spettacolo stasera con, oltre a Laugher, il campione olimpico che nel 2012 vinse l’oro proprio in questa piscina, il russo Ilya Zakharov (secondo, 433.20), il tedesco Patrick Hausding e il suo nuovo triplo e mezzo rovesciato carpiato da coefficiente 3.8 (terzo, 432.25), il francese Matthieu Rosset chiamato a difendere il titolo (quarto, 430.50), l’altro russo Evgenii Kuznetsov (sesto, 405.15) e il dominatore del metro, l’ucraino Illya Kvasha (ottavo, con brutta partenza, 400.70). E tra questi mostri sacri c’è anche Tocci: provaci, Giovanni.

I RISULTATI COMPLETI

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: DeepBlueMedia/comunicato Len

Lascia un commento

Top