Tiro con l’arco, Olimpiadi 2016: Frangilli c’è, ma è Carla! La sorella di Michele gareggerà per la Costa d’Avorio

Frangilli_Carla_Michele_Fitarco.jpg

In attesa dell’ufficialità della composizione del trio maschile che andrà a Rio per difendere il titolo a cinque cerchi conquistato in quel di Londra, alle prossime Olimpiadi sappiamo già che ci sarà un Frangilli nel torneo di tiro con l’arco.

Ma se Michele dopo degli Europei non proprio esaltanti attende la sua ennesima convocazione, chi è sicura di andarci è la sorella Carla.

Si, proprio lei: che ha deciso di rappresentare la Costa d’Avorio.

Dal 2011 infatti la lombarda, dopo essere stata scartata dall’Aeronautica, ha intrapreso questo percorso con la nazione africana arrivando a centrare il pass di qualificazione per la prossima kermesse brasiliana: “In Costa d’Avorio ogni tanto ci andiamo, anche se mi alleno a casa. Nell’ultimo viaggio abbiamo conosciuto il Ministro dello Sport e alcuni arcieri, cercando di aiutarli tecnicamente. La Costa d’Avorio è caotica e bellissima, per strada rischi sempre l’incidente ma la gente che incroci è fantastica, tutti si salutano anche se non si conoscono. Mi fa strano ma lì sono quasi una star, rilascio anche delle interviste. Tutte le volte mi chiedono se vincerò una medaglia olimpica. Finora – come riporta il sito della Gazzetta dello Sport –  ne hanno vinto solo una, a Los Angeles 1984. Ce la metterò tutta, mi sto affezionando a loro». E se a Rio dovesse sfidare un’azzurra? “Per ora si è qualificata Guendalina Sartori. L’ho sfidata altre volte, perché non dovrei avere una chance di batterla? Certo che mi fa strano vestire una maglia diversa da quella italiana, ma la prima regola per un arciere è separare l’emozione dalla concentrazione”.

Foto: Fitarco

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

Top