Tennis, Masters 1000 Madrid 2016: Nick Kyrgios un’eterna promessa incompiuta?

nick-kyrgios-hopman-cup.jpg

Tra i match più belli della giornata appena trascorsa a Madrid, resta negli occhi degli appassionati di tennis e degli addetti ai lavori, la qualità del gioco espresso da Kei Nishikori e Nick Kyrgios. Un incontro dagli altissimi contenuti tecnici, nel quale gli errori sono stati limitati al minimo e la maggiore regolarità tecnica e mentale del nipponico ha finito per fare la differenza. Un riscontro che dà adito ai soliti interrogativi sul giovane australiano, classe ’95, dotato di un tennis di altissimo profilo, da un punto di vista tecnico e fisico. Il solito problema con cui Nick deve fare i conti è la continuità. Una costanza che, guardando al passato ed al presente, sembra lontana dalle corde del giocatore “aussie”.

Che sia il caso di un’eterna promessa incompiuta? Certo, il quesito è, di primo acchito, azzardato parlando pur sempre di un 21enne che deve ancora maturare e trovare una propria dimensione non solo sportiva ma anche personale. Tuttavia le grandi doti di Kyrgios non hanno un seguito relativamente ai miglioramenti di un giocatore che, pur vantando successi di tornei ATP importanti come Marsiglia nell’annata, manca sempre di quel quid. Anche nell’incontro odierno con Nishikori, Nick ha impressionato nel primo set, per la capacità di restare in partita dinnanzi ad un top 10 e tra i migliori “ribattitori” del circuito, senz’altro più adatto alla terra rossa. Il primo parziale vinto dall’australiano è stato semplicemente regale: pochi errori non forzati (13), altissime percentuali di efficienza al servizio (80%) ma soprattutto un atteggiamento positivo. Un ritmo che però, il buon Kyrgios non è stato in grado di sostenere, pagando alla distanza. Pertanto, restiamo sempre in attesa del salto di qualità dell’attuale numero 21 del ranking che già da quel famoso Wimbledon 2014, quando da debuttante ebbe la meglio su Rafa Nadal (numero 1 del mondo in quella stagione), sembrava promettere un radioso futuro ed ancora lo attendiamo con ansia.

 

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Immagine: profilo twitter Nick Kyrgios

Lascia un commento

Top