Tennis, Masters 1000 e Wta Premier Madrid 2016: l’occasione da sfruttare per Camila Giorgi. Test importante per Fognini

tennis-camila-giorgi-hertogenbosch-fb-camila-giorgi.jpg

L’uscita di scena di Agnieszka Radwanska nel primo turno del Wta Premier di Madrid ha lasciato uno spazio importante nella parte alta del tabellone femminile per molte giocatrici, pronte ad infilarci immediatamente, avendo la possibilità di raggiungere la semifinale. Un’occasione che non deve assolutamente lasciarsi scappare Camila Giorgi, che domani tornerà in campo per il suo match di secondo turno contro la russa Anastasia Pavlyuchenkova.

Un match nelle corde della tennista marchigiana, che affronta la numero 26 del mondo per la prima volta in carriera. Mai come questa volta questa partita potrebbe rappresentare quel momento di svolta della stagione e magari anche della carriera di Camila. Una Giorgi che deve finalmente dimostrare qualcosa e non limitarsi a giocare solo qualche buona partita senza trovare una precisa continuità di rendimento.

La vittoria all’esordio con Sara Errrani è stata positiva, perchè arrivata contro una giocatrice, che nonostante fosse al rientro dall’infortunio, ama la terra rossa e aveva i mezzi per metterla in difficoltà. Vincere domani contro Pavlyuchenkova aprirebbe ad un possibile ottavo di finale con la vincente tra la francese Caroline Garcia e la slovacca Dominika Cibulkova, certamente due ostacoli non insormontabili. Purtroppo Camila non ha mai portato a guardare troppo avanti, ma il quarto di finale contro sicuramente una non testa di serie apre a scenari incredibili.

Domani fa il suo esordio a Madrid Fabio Fognini e, a differenza di Giorgi, il tabellone del ligure assomiglia ad un girone dell’inferno dantesco. Contro l’australiano Bernard Tomic, il numero uno d’Italia dovrà stare molto tranquillo e non perdere la calma contro un giocatore che si può definire “un pallettaro” che ama particolarmente scambiare da fondo campo. Fognini, nonostante la classifica a favore dell’avversario, parte forse leggermente favorito, ma le fatiche del tabellone sarebbero solo all’inizio. In caso di vittoria, infatti, l’avversario dell’azzurro sarebbe il giapponese Kei Nishikori, numero sei del mondo e fresco finalista nel torneo di Barcellona.
Anche per Fognini comunque quello di domani è un test molto importante per valutare la sua condizione in vista soprattutto di Roma e Parigi, che restano certamente i due tornei dove il ligure è chiamata ai migliori risultati.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

andrea.ziglio@oasport.it

Foto pagina FB di Camila Giorgi

Lascia un commento

Top