Tennis, Internazionali d’Italia Roma 2016: azzurre per stupire, tornerà Serena Williams?

tennis-roberta-vinci-san-pietroburgo-fb-supertennis-e1460376884944.jpg

Ci siamo. Gli Internazionali d’Italia Roma 2016 stanno per prendere il via e rappresentano a livello femminile un torneo cruciale per lo sviluppo della stagione e che andrà a verificare lo stato di forma di alcune tenniste in vista del Roland Garros.

Una delle atlete più in forma è sicuramente la rumena Simona Halep, che si sta riprendendo dopo un inizio di 2016 non altezza delle aspettative. La numero 7 del mondo sta infatti disputando un torneo eccezionale a Madrid ed è chiamata alla conferma nella capitale del Bel Paese per risalire nuovamente il ranking mondiale.

Da verificare è anche la condizione delle spagnole Garbine Muguruza e Carla Suarez. Le due iberiche sono state infatti eliminate precocemente nel Premier casalingo e dovranno cercare riscatto proprio agli Internazionali d’Italia per cogliere qualche buon risultato.

Dopo i recenti ritiri, sono attualmente iscritte al tabellone principale la statunitense Serena Williams e la bielorussa Viktoria Azarenka. La numero 1 WTA non si trova in un periodo particolarmente pieno di successi, poichè non è ancora riuscita a trionfare in alcun torneo nell’anno corrente, perdendo le finali degli Australian Open e di Indian Wells. Discorso differente per Vika, che si è portata a casa ben due Premier Mondatory prima di ritirarsi a Madrid per problemi alla schiena.

Di questo clima di incertezze proveranno ad approfittarne le azzurre Roberta Vinci e Sara Errani, che troveranno grandi motivazioni dal pubblico di casa. Le teste di serie 9 e 20 sono inserite nella parte inferiore del tabellone, da dove inizieranno il cammino verso un successo che all’Italia manca dal lontano 1985, con il trionfo di Raffaella Reggi.

Foto: pagina Facebook Supertennis

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianni.lombardi@oasport.it

Lascia un commento

Top