Superbike, ad Imola Davies porta in gloria la Ducati. Mondiale ancora aperto?

Davies-e-Sykes-Superbike-Fabio-Bosi.jpg

Dal week-end di gare in quel di Imola i team del Mondiale Superbike 2016 rientrano a casa con una consapevolezza in più: Chaz Davies non vuole mollare la classifica generale. Il britannico della Ducati, grazie alla sensazionale doppietta rosicchia punti preziosi al leader del Mondiale Jonathan Rea, ottimo secondo nel Round Italia 2016. Kawasaki battute, ma non abbattute, capaci di completare il podio in entrambe le gare con Tom Sykes.

Impressionante davvero la marcia di Davies, imprendibile sin dalle prove libere, perfetto in superpole e stupefacente in gara. Passo impensabile per i suoi rivali, destinati a lottare solo per le restanti posizioni sin dai primi giri. Nonostante la netta supremazia del centauro di Knighton, le verdi nipponiche evitano errori controproducenti, limitando perfettamente i danni. Se Rea, forte dei 35 punti di vantaggio in classifica, può ritenersi parzialmente soddisfatto, Sykes ai box è parso corrucciato, conscio che in questo 2016 la lotta al Mondiale gli stia sfuggendo di mano.

Ducati, come detto, sugli scudi con Davies, di poco fuori dal podio con Davide Giugliano. Dal pilota romano è lecito aspettarsi qualcosa in più, visti i progressi palesati dalle Rosse di Borgo Panigale, anche in chiave Mondiale per il suo compagno di squadra.

Round italiano che infine boccia le Honda. Sia l’americano Nicky Hayden che l’olandese Michael Van der Mark non hanno minimamente retto il ritmo dei migliori nei due giorni di gare. Leggero passo indietro per Lorenzo Salvadori. Il centauro italiano dell’Aprilia, dopo il buon 8° posto di sabato, si è peggiorato 24 ore dopo. La sua crescita è comunque costante.

FOTO: Fabio Bosi

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

ciro.salvini@oasport.it

Lascia un commento

Top