Scherma, Coppa del Mondo: le spadiste tornano in Italia a Legnano. In pedana anche spada maschile e fioretto femminile

scherma-rossella-fiamingo-carroccio-legnano-fb-bizzi-federscherma.jpg

La Coppa del Mondo di scherma torna ancora una volta in Italia e nuovamente a Legnano per il secondo appuntamento stagionale con il Trofeo Carroccio. Un bis che è nato dopo la rinuncia della città di Johannesburg ad ospitare la tappa di spada femminile, che dunque torna nella bella e accogliente cornice del Pala Borsani.

Grande attesa dunque per le azzurre, che comunque in casa non hanno mai davvero brillato. Nell’ultima edizione, quella di ottobre, il risultato italiano era stato davvero deludente, con la sola Alice Clerici capace di superare l’assalto d’esordio. Proprio la neo Campionessa del Mondo Under 20 sarà tra le protagoniste, cercando di sfruttare questo appuntamento di Legnano come un ulteriore test di crescita per il futuro.

I fari sono puntati ovviamente su Rossella Fiamingo, unica interprete della spada femminile italiana a Rio de Janeiro. A poco più di due mesi dalle Olimpiadi, la siciliana è chiamata a lanciare un segnale in vista dell’evento a Cinque Cerchi, per confermare di essersi ritrovata definitivamente dopo un inizio di 2016 davvero deludente e che è sfociato, come ben si sa, in una mancata qualificazione della prova a squadre per il Brasile. Proprio quell’eliminazione ha portato Bianca del Carretto a staccare un po’ la spina dal mondo della scherma, prendendosi una pausa dalle pedane, mentre sarà al via a Legnano Mara Navarria, che resta un’altra freccia da schierare nell’arco azzurro.
Non ci sarà solo la gara individuale, ma domenica spazio anche quella a squadre e qui attesa per un quartetto italiano che deve uscire dalla crisi e ottenere un buon risultato anche in vista dei prossimi Campionati Europei, dove c’è sempre una medaglia di bronzo da difendere.

Non solo spada femminile in questo weekend, ma spazio anche agli uomini nell’ormai consueto appuntamento in terra francese a Parigi. Padroni di casa super favoriti, soprattutto con il numero uno al mondo Gauthier Grumier, ma anche l’Italia ha le sue importanti carte da giocare, soprattutto con Enrico Garozzo e Paolo Pizzo. Il primo è in uno stato di forma davvero straordinario ed è ormai diventato un uomo da podio ad ogni gara di Coppa del Mondo, mentre il secondo ha degli ottimi ricordi della pedana francese, visto che lo scorso anno Paolo riuscì a salire sul gradino più basso del podio.
Domenica, come per le donne, spazio alla gara a squadre e qui il quartetto azzurro deve affinare le ultime cose in vista dell’appuntamento olimpico, dove di può lottare per una medaglia.

Dolci ricordi, viene da dire come sempre, anche per il fioretto femminile italiano in quel di Tauber (Germania), dove le italiane si presentano per confermare la tripletta dello scorso anno. Vinse Elisa di Francisca davanti ad Arianna Errigo e Valentina Vezzali. Se quest’ultima ha annunciato il ritiro nell’ultimo Mondiale a squadre di Rio, le altre due restano ovviamente le donne da battere insieme alle varie russe, in primis Inna Deriglazova.
Non bisogna, però, nemmeno dimenticare Martina Batini o Alice Volpi altre due possibili protagoniste annunciate e che possono lottare alla vittoria, cosa che punterà a fare il Dream Team nella giornata di domenica.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

andrea.ziglio@oasport.it

 Foto da: Augusto Bizzi/Federscherma

Lascia un commento

Top