Scherma, Coppa del Mondo: Rizzi seconda a Legnano, Errigo e Di Francisca sul podio a Tauber

scherma-giulia-rizzi-legnano-bizzi-federscherma.jpg

Sono tre i piazzamenti sul podio conquistati dall’Italia in questa giornata di Coppa del Mondo. Due secondi ed un terzo posto tutti al femminile con la spada a Legnano e il fioretto a Tauber.

Si colora quasi d’azzurro il secondo appuntamento stagionale con il Trofeo Carroccio, visto che Giulia Rizzi chiude al secondo posto dopo essere stata sconfitta in finale dall’estone Erika Kirpu per 15-11. La 26enne friulana festeggia comunque il primo podio in carriera in Coppa del Mondo al termine di una giornata davvero da ricordare per Giulia, che ha salvato dal debacle tutta la squadra azzurra.

Nei primi due assalti di giornata la friulana ha sconfitto le americana Holmes ed Hurley rispettivamente per 15-11 e 13-12. Successivamente negli ottavi c’è stato il derby con Eleonora De Marchi (15-8), altra unica azzurra ad arrivare tra le migliori sedici. Nei quarti la vittoria per 12-11 con la rumena Popescu le ha aperto la strada verso le medaglie e poi il successo in semifinale sulla russa Andryushina (15-11) addirittura quella per la finale, poi persa come detto con Erika Kirpu.

Ancora una volta il “Trofeo Carroccio” non porta bene alle nostre big: sia Rossella Fiamingo che Mara Navarria si sono fermate subito al primo assalto di giornata, venendo sconfitte rispettivamente dalla russa Zvereva (15-9) e dalla tedesca Stahlberg (15-12).

Non è arrivata la vittoria in quel di Tauber per il fioretto femminile. Dopo la tripletta della scorsa edizione, la squadra azzurra si è dovuta “accontentare” del secondo e terzo posto conquistato da Arianna Errigo ed Elisa Di Francisca, che hanno chiuso alle spalle della russa Inna Deriglazova.

Le due azzurre si sono scontrate in semifinale con la vittoria di Arianna per 15-7 e poi la monzese è stata superata dalla Deriglazova nell’ultimo atto per 15-10. Una buona prestazione nel complesso della squadra azzurra, visto che nei quarti si erano presentate ben quattro italiane: oltre ad Errigo e Di Francisca, c’erano anche Carolina Erba (15-5 nel derby con Arianna) e Chiara Cini (15-10 con l’americana Kiefer).

Nessuna medaglia e passo indietro rispetto agli ultimi appuntamenti per gli spadisti a Parigi. Il migliore è stato Marco Fichera, sconfitto agli ottavi di finale dal russo Pavel Sukhov. Un assalto che in verità non c’è mai stato visto che l’azzurro non è sceso in pedana per un problema fisico.

Fichera nel turno precedente aveva superato nel derby azzurro Enrico Garozzo 10-5, con il siciliano che ferma dunque la sua striscia di podi consecutivi.
La vittoria è andata al numero uno del mondo Gauthier Grumier, che ha sconfitto 15-11 proprio Sukhov, festeggiando al meglio per la Francia l’appuntamento di casa, che è coinciso anche con il ritiro di Ulrich Robeiri, medaglia d’oro a squadre a Pechino 2008.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

andrea.ziglio@oasport.it

 Foto da: Augusto Bizzi/Federscherma

Lascia un commento

Top