Scherma, Coppa del Mondo: la spada femminile riparte da Legnano. Nel fioretto è mancata solo la vittoria, weekend amaro per gli spadisti

scherma-giulia-rizzi-erika-kirpu-legnano-bizzi-federscherma.jpg

Non sono arrivate vittorie nel weekend di Coppa del Mondo, ma la scherma azzurra può sorridere soprattutto per i risultati al femminile. Se dal fioretto ormai fa più notizia un mancato successo che due azzurre e la squadra sul podio, dalla spada, invece, sono arrivati segnali positivi dopo un periodo davvero nero e coinciso con la mancata qualificazione alle Olimpiadi.

Il bis stagionale del Trofeo Carroccio a Legnano (sede scelta dopo il rifiuto di Johannesburg) ha visto finalmente un’azzurra salire sul podio. Dopo alcune edizioni amare per l’Italia, Giulia Rizzi si regala la miglior prestazione della carriera, chiudendo al secondo posto dopo essere stata sconfitta in finale dalla estone Erika Kirpu. Davvero brava la 26enne friulana, che ora si spera possa trovare continuità di rendimento anche per dare una mano alla squadra dove il ricambio generazionale è obbligatorio e che già da Legnano sembra aver svoltato.

Il quinto posto finale del quartetto azzurro (Fiamingo, Navarria, Rizzi, Santuccio) è un risultato da cui ripartire per il futuro e mai come questa volta la zona podio è stata davvero vicinissima. La sconfitta al minuto supplementare nei quarti di finale con la Cina (17-16) lascia anche un pizzico di rammarico, ma è comunque un piazzamento incoraggiante in vista dei Campionati Europei, dove c’è una medaglia di bronzo da difendere.

Continua il duello tra Russia ed Italia nel fioretto femminile e questa volta nella tappa di Tauber in Germania è stata la nazionale guidata da Stefano Cerioni ad avere la meglio, Nell’individuale successo per Inna Deriglazova e vittoria russa anche nella prova a squadre. Se l’anno scorso l’Italia aveva fatto tripletta, in questa edizione sul podio salgono due azzurre, Arianna Errigo (seconda) ed Elisa Di Francisca (terza). Un secondo posto anche per la squadra, con un quartetto rivoluzionato (Errigo, Batini, Volpi e Cini) e che si è arreso solamente a Deriglazova e compagne in finale.

Passo indietro rispetto alle ultime prove di Coppa del Mondo per la spada maschile: il solo Marco Fichera ha raggiunto gli ottavi di finale, mettendo fine anche al cammino di Enrico Garozzo nel tabellone dei 32; mentre la squadra non è andata oltre il decimo posto complessivo in quel di Parigi. Una controprestazione che va archiviata al più presto, perchè tra poco c’è un Europeo importante e poi soprattutto l’appuntamento olimpico in Brasile.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

andrea.ziglio@oasport.it

 Foto da: Augusto Bizzi/Federscherma

Lascia un commento

Top