Scherma, Coppa del Mondo: fiorettiste seconde, segnali di risveglio dalle spadiste, male gli uomini

scherma-spada-femminile-legnano-bizzi-federscherma.jpg

Come al Mondiale a squadre del mese scorso a Rio de Janeiro, la Russia si ripete anche nella tappa di Coppa del Mondo di fioretto femminile a Tauber, sconfiggendo in finale l’Italia per 45-37.
Un quartetto azzurro rivoluzionato e formato da Arianna Errigo, Alice Volpi, Martina Batini e Chiara Cini, che, prima della sconfitta con le russe, si era imposto nei quarti con la Polonia per 45-30 ed in semifinale con gli Stati Uniti per 45-36.

Qualche segnale di rinascita dalla spada femminile azzurra, che nella prova di Legnano chiude al quinto posto. Il quartetto azzurro (Fiamingo, Navarria, Rizzi e Santuccio) dopo aver superato negli ottavi l’Ucraina per 33-30, si è arreso solo alla stoccata nel minuto supplementare alla Cina nei quarti di finale (17-16). Negli assalti per i piazzamenti dal 5° all’8° posto l’Italia ha sconfitto Germania (45-33) e poi l’Ungheria (33-26) chiudendo dunque in quinta posizione.
Proprio la Cina si è imposta poi in finale sulla Romania per 35-29; mentre il bronzo è andato all’Estonia, che ha superato 26-19 la Corea del Sud.

Prestazione deludente per la spada maschile italiana che a Parigi non va oltre il decimo posto, dopo essere stata sconfitta agli ottavi di finale Israele per 40-37.
Vittoria finale per l’Ucraina che supera i padroni di casa della Francia per 40-38, mentre il bronzo lo ha conquistato l’Ungheria.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

andrea.ziglio@oasport.it

 Foto da: Augusto Bizzi/Federscherma

 

Lascia un commento

Top