Scherma, Coppa del Mondo: Curatoli out agli ottavi, a Mosca vince Kim Jung Hwan

Luca-Curatoli-scherma-foto-augusto-bizzi-federscherma.jpg

Non un bel sabato per la sciabola italiana, che a Mosca rimane giù dal podio – e fuori anche dalla finale a otto – nella giornata dedicata al Grand Prix maschile nella penultima tappa della Coppa del Mondo 2015-2016. Luca Curatoli, terzo due settimane fa a Madrid ma non qualificato per le Olimpiadi di Rio, esce di scena agli ottavi per una sola stoccata (14-15) contro il forte russo Alexey Yakimenko e risulta il migliore degli azzurri.

Ma a far festa, in Russia, non sono i padroni di casa, bensì l’Asia, con il sudcoreano Kim Jung Hwan che batte 15-7 il cinese Xu Yingming. Terzo posto per il francese Vincent Anstett e per il russo Nikolay Kovalev, sconfitti in semifinale. Out ai quarti, oltre a Yakimenko, anche i tedeschi Max Hartung e Matyas Szabo e l’ungherese Aron Szilagyi, tutti pezzi da novanta beffati dall’emergente scuola dell’est.

Secondo turno fatale per Alberto Pellegrini (12-15 con Szilagyi), Luigi Miracco (12-15 contro Szabo), Diego Occhiuzzi (14-15 contro il georgiano Sandro Badadze), Enrico Berrè (14-15 conto lo statunitense Daryl Homer) e Riccardo Nuccio (9-15 contro Curatoli). Ko al primo turno, infine, Luigi Samele (13-15 contro l’americano Jeff Spear), Lorenzo Romano (8-15 contro il bielorusso Aliaksandr Buikevich), Leonardo Affede (13-15 con Xu), Gabriele Foschini (9-15 con il russo Ilya Motorin) e Giovanni Repetti (9-15 contro il magiaro Andras Szatmari).

Ancora assente Aldo Montano, operato alla spalla poco dopo aver blindato il pass olimpico. L’oro di Atene 2004, due vittorie in stagione in Coppa del Mondo a Boston e Padova, recupererà comunque in tempo per i Giochi, in cui difenderà i colori azzurri insieme all’argento uscente Diego Occhiuzzi. Domani a Mosca sarà la volta della gara individuale femminile: queste le italiane al tabellone principale.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Augusto Bizzi/Federscherma

Lascia un commento

Top