Pentathlon, Mondiali 2016: l’ungherese Kovacs trionfa a Mosca. Lontane dal podio Sotero (11^) e Cesarini (34^). Ma la romana è a Rio!

Claudia-Cesarini-Pentathlon-FIPM.jpg

Si è svolta oggi a Mosca la finale femminile dei Campionati del Mondo 2016 di pentathlon moderno. Una gara di notevole importanza in quanto, oltre alle medaglie iridate, ha assegnato tre pass per i Giochi e punti decisivi per il ranking olimpico, attraverso il quale saranno assegnate le ultime sei carte olimpiche (1° giugno). Fra le 36 atlete in battaglia, presenti anche le italiane Alice Sotero, già qualificata per Rio, e Claudia Cesarini, in piena corsa per affiancare l’astigiana nell’avventura a Cinque Cerchi.

La gara ha visto il trionfo dell’ungherese Sarolta Kovacs (1386 punti), davanti alla francese Elodie Clouvel (1374) ed alla tedesca Lena Schoneborn (1373). Piccolo corollario statistico: la transalpina ha anche eguagliato il primato mondiale stabilito dall’ungherese Foldhazi nel 2011 – relativo al pentathlon moderno – nei 200 metri stile libero, in 2:06.59. Chapeau.

Le due azzurre impegnate nella finale sono partite in modo decisamente diverso. Sotero è stata bravissima in vasca (2:12.10, il sesto miglior tempo assoluto, equivalenti a 304 punti) e discreta in pedana, dove ha chiuso in saldo positivo (+3) i 35 assalti di spada. Sesta piazza generale, dopo due prove. Cesarini è partita malissimo, nuotando i 200 metri stile in 2:21.42 (29° crono, 276 punti) e chiudendo il ranking round di scherma con un “negativo” 17-18. La romana si è così attestata in venticinquesima posizione.

L’equitazione ha fatto allontanare le nostre due portacolori dalle zone alte della classifica: alle prese con il salto ostacoli, 13^ Sotero, addirittura 33^ Cesarini. Il combined non ha riservato “miracoli” (quasi stava riuscendo alla campionessa lituana Laura Asadauskaite, invece, giunta ai piedi del podio, dopo un combinato da urlo…): 20^ l’astigiana e 30^ la romana.

Chiusura con 1350 punti totali per Alice Sotero, undicesima, e con 1189 punti per Claudia Cesarini, mestamente ultima fra le pentatlete che hanno concluso tutte le prove odierne. Fatti i dovuti calcoli, però, l’esperta atleta romana è comunque rientrata tra le “beneficiarie” del pass per Rio in quanto le tre atlete a podio erano già qualificate, quindi i tre posti sono stati assegnati alle migliori del ranking olimpico non ancora qualificate, tra le quali c’è l’azzurra.

Domani sarà la volta della finale individuale maschile, quindi anche dei nostri Auro Franceschini e Pier Paolo Petroni, quest’ultimo in piena corsa (da ranking olimpico) per affiancare Riccardo De Luca a Rio de Janeiro. Si comincia in mattinata con il nuoto e il ranking round di scherma, risultati in tempo reale e live streaming su www.pentathlon.org e pagina Facebook UIPM.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: FIPM

giuseppe.urbano@oasport.it

Lascia un commento

Top