Pallanuoto femminile, World League 2016, il CT Fabio Conti: “La partita di domani è importante come una finale”

Fabio-Conti-CT-Setterosa.jpg

Oggi pomeriggio, presso la Sala Giunta del Comune di Bari, è stata presentata la partita Italia – Olanda, valevole per la sesta ed ultima giornata della World League 2015/2016 di pallanuoto femminile. Abbiamo posto due domande al CT del Setterosa Fabio Conti, nel corso della conferenza stampa.

Il Setterosa non ha mai vinto una World League. Alla vigilia di un big match come quello contro l’Olanda, questo pensiero può affollare i pensieri della squadra o la concentrazione è tutta e soltanto per l’avversaria, per la partita di domani?

“Secondo la mia personalissima opinione, la World League è uno di quei tornei che favorisce sicuramente le nazionali extra-europee, per quanto riguarda la vittoria dei titoli, perché le squadre del nostro Continente disputano campionati che finiscono a fine maggio e la Super Final cade sempre ai primi di giugno. Dunque, difficilmente riesci ad arrivare ad un impegno così importante con una preparazione adeguata, a differenza di compagini come Australia, Stati Uniti, Cina, che hanno più tempo per programmare un simile evento, inoltre i loro tornei nazionali non sono strutturati come il nostro. Detto questo, la nostra filosofia in questi anni è stata quella di scendere in acqua e giocarsi la partita come se fosse sempre la finale di un qualsiasi torneo. Non esistono partite che sottovalutiamo, quella di domani è una partita vera, per la caratura dell’avversario e anche per le vecchie ‘storie’ degli uno-contro-uno che si lasciano in vasca la partita precedente e si sistemano nel match successivo…”.

Italia-Olanda è già diventata un “classico” della pallanuoto rosa. Anche alla luce del loro fallimentare torneo pre-olimpico, disputato in casa per di più, vi aspettate in vasca una squadra particolarmente incavolata…?

“Se dovessi mettermi nei loro panni, preparerei la partita come fosse la finale delle Olimpiadi… Però la testa altrui la lasciamo agli altri e noi pensiamo solo alla nostra. Per quanto ci riguarda, è una partita molto importante, da vincere. Come ha detto prima Tania (capitan Di Mario, ndr), nella pallanuoto femminile c’è oggi un grandissimo equilibrio, quindi, occasioni come queste devono servire a dimostrare che si può mettere il naso davanti alle altre nazionali del mondo”.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: profilo FB Fabio Conti

giuseppe.urbano@oasport.it

Lascia un commento

Top