Nuoto sincronizzato, Europei Londra 2016: Cerruti-Ferro, altro bronzo con miglioramento

Cerruti-Ferro-2-nuoto-sincronizzato-foto-fin-dpm-1.jpg

La corsa all’en plein inizia senza intoppi. Bronzo nel duo tecnico per Linda Cerruti (quasi alla fine delle sue fatiche, oggi pomeriggio avrà il libero di squadra prima di concedersi il meritato relax) e Costanza Ferro, Italia di nuoto sincronizzato sempre dietro a Russia (Natalia Ishchenko e Svetlana Romashina, 95.1900) e Ucraina (Lolita Ananasova e Anna Voloshyna, 91.7249) ma anche sempre a medaglia in questi fantastici Europei londinesi. L’Estate di Vivaldi esalta le azzurre e arrivano 88.3564 punti, più degli 85.9000 della qualificazione olimpica disputata a marzo a Rio.

Hanno lavorato veramente bene, il doppio si è rivelato eccellente dal punto di vista della coreografia – commenta a caldo la ct Patrizia Giallombardo a RaiSport -. Abbiamo migliorato gli elementi tecnici dopo il Brasile e dovremo farlo ancora con la coreografia: presto ci incontreremo con Gana Maximova. Serve ancor più energia. Con il sacrificio si può arrivare lontano“.

Il duo è specialità olimpica e ai Giochi di agosto le savonesi che si allenano insieme da 14 anni ci arriveranno dunque da bimedagliate europee nella specialità. Per il podio l’impresa si fa ardua, perché Cina e Giappone sembrano inarrivabili così come Russia e Ucraina, ma l’Italia ha voglia di stupire. Ferro si diverte in zona mista: “Questa routine nuova è molto difficile, dobbiamo ancora sistemarla e migliorarci. Siamo migliorate rispetto a Rio. Come si raggiungere l’Ucraina? Ci vuole tempo e… costanza“. La stacanovista Cerruti aggiunge: “Non avevo mai fatto così tante gare, non pensavo di poter arrivare fino alla fine. Invece è andato tutto alla grande“.

I RISULTATI COMPLETI

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Fin/DeepBlueMedia

Lascia un commento

Top