Nuoto, la delusione di Marco Orsi: “Niente 50 sl a Rio. Colpa del virus, ma in un mese…”

marco-orsi-facebook.jpg

Eliminato nelle batterie dei 50 stile libero agli Europei di Londra perché terzo italiano dietro a Luca Dotto (22”32) e Federico Bocchia (22”41), molto probabilmente Marco Orsi non gareggerà a livello individuale alle Olimpiadi di Rio 2016.

Il 22”45 nuotato al rientro dopo il citomegalovirus che gli ha fatto saltare gli Assoluti di Riccione e, soprattutto, gli ha rovinato la preparazione verso il Brasile, infatti, sembra sancire la bandiera bianca del Bomber di Budrio, che a RaiSport ha detto quasi in lacrime: “Sono deluso. Il virus mi ha debilitato parecchio. Speravo l’impossibile: in un mese non si può preparare un Europeo. Ci ho provato, ma purtroppo finiscono qua le mie speranze. Peccato perché vengo dal quinto posto mondiale. Proverò a qualificarmi per la staffetta con il 100 al Sette Colli, ma anche qui il tempo è poco. Mi spiace per tutti quelli che credevano in me. Ho deluso me stesso, ma non sono un supereroe: in un mese non potevo farcela“.

Anche Claudio Rossetto, tecnico di Luca Dotto che ieri ha vinto l’oro nei 100 sl diventando ufficialmente il leader della velocità azzurra, si è mostrato amareggiato per l’emiliano: “Sono dispiaciuto, aveva fatto un bel percorso condiviso anche con me. Avrebbe meritato di andare alle Olimpiadi“.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo del nuoto italiano

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Fin/DeepBlueMedia

Lascia un commento

Top