Nuoto, Europei Londra 2016: un pericolo per le Olimpiadi? Nel 2012 andò così…

Nuoto-Laszlo-Cseh.jpg

Come nel 2012, anche quest’anno i Campionati Europei di nuoto si svolgono ad aprile per lasciare spazio all’evento clou della stagione, naturalmente i Giochi Olimpici di Rio 2016. Ma quanto sono salutari, per gli atleti, gli Europei nell’anno olimpico?

Che la rassegna continentale non sia una priorità nell’anno della rassegna cinque cerchi è una cosa evidente ed ovvia. Diversi atleti di spicco, infatti, non saranno presenti, come molti dei migliori nuotatori russi, il francese Yannick Agnel o la stessa Federica Pellegrini (al via solo nelle staffette). Altri, invece, prenderanno parte ad un numero limitato di gare rispetto a quelle che disputano normalmente. Ma, stando a quanto visto nel 2012, gli Europei potrebbero essere addirittura deleteri in vista delle Olimpiadi, visto che quattro anni fa le nazionali che puntarono sulla rassegna di Debrecen fecero poi poco o nulla a Londra 2012.

In quell’occasione, l’Ungheria padrona di casa fece la voce grossa, conquistando ben ventisei medaglie di cui nove d’oro. Alle Olimpiadi, invece, il solo Dániel Gyurta salvò la spedizione magiara con il titolo dei 200 metri rana, mentre l’attesissimo László Cseh si accontentò di un bronzo. Peggio andò però a Germania ed Italia, rispettivamente seconda e terza nel medagliere degli Europei, che tornarono da Londra a mani vuote dopo aver schierato tutti i propri migliori elementi in sede continentale. La Francia, che fece una scelta diversa, raccolse invece i frutti migliori: presente a Debrecen con una squadra rimaneggiata, si accontentò del quarto posto in quell’occasione per poi ottenere risultati brillanti a Londra 2012, risultando decisamente il miglior Paese europeo nel nuoto. Anche l’Olanda, dopo aver quasi disertato gli Europei, fu protagonista in sede olimpica.

Questa statistica, naturalmente, non vuol significare che gli atleti debbano per forza boicottare gli Europei, visto che comunque disputerebbero altre competizioni prima delle Olimpiadi, ma che la presenza in calendario della rassegna continentale non deve assolutamente distogliere l’attenzione dei nuotatori e delle federazioni nazionali dal vero obiettivo di questo 2016, le Olimpiadi di Rio de Janeiro.

MEDAGLIERE EUROPEI 2012 (solo nuoto)

 Rank

Nation

Gold

Silver

Bronze

Total

1

 Hungary

9

10

7

26

2

 Germany

8

6

3

17

3

 Italy

6

8

4

18

4

 France

4

4

3

11

5

 Spain

3

1

3

7

6

 Sweden

2

4

2

8

7

 Norway

2

0

1

3

8

 Greece

1

0

5

6

9

 Israel

1

0

4

5

10

 Czech Republic

1

0

2

3

11

 Slovenia

1

0

1

2

12

 Poland

1

0

0

1

 Serbia

1

0

0

1

14

 Great Britain

0

2

0

2

15

 Ukraine

0

1

2

3

16

 Russia

0

1

1

2

17

 Croatia

0

1

0

1

 Estonia

0

1

0

1

 Ireland

0

1

0

1

 Netherlands

0

1

0

1

21

 Austria

0

0

1

1

 Belarus

0

0

1

1

 Romania

0

0

1

1

MEDAGLIERE NUOTO LONDRA 2012 (solo Paesi europei)

Rank

Nation Gold Silver Bronze

Total

3

 France (FRA)

4

2

1

7

4

 Netherlands (NED)

2

1

1

4

6

 Hungary (HUN)

1

0

1

2

9

 Lithuania (LTU)

1

0

0

1

11

 Russia (RUS)

0

2

2

4

12

 Belarus (BLR)

0

2

0

2

 Spain (ESP)

0

2

0

2

15

 Great Britain (GBR)

0

1

2

3

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top