Nuoto, Europei Londra 2016: Paltrinieri e Detti timbrano con il 1° e 2° crono nei 1500 sl. D’Arrigo in ripresa

Gregorio-Paltrinieri-nuoto-foto-facebook-fina-deepbluemedia1.jpg

Nelle batterie del mattino dell’Aquatics Centre di Londra della seconda giornata degli Europei 2016 doveva essere il primo assaggio per Gregorio Paltrinieri ed il ritorno in vasca del neo campione continentale dei 400 stile libero Gabriele Detti. Ebbene i “due gemelli diversi” del nuoto azzurro sono stati autori, come da pronostico, delle prime due prestazioni delle eliminatorie, rispettivamente in 14’46″81 e 14’58″56. Si preannuncia pertanto una doppietta tricolore per nell’ultimo atto di domani anche se non vanno sottovalutati i giovani Jan MIcka (14’58″62 terzo tempo) e il norvegese Henrik Christiansen (quinti in 15’00″27), già argento nei 400 stile libero.

Nelle altre gare della mattina inglese si è rivisto nei 200 stile libero un buon Andrea Mitchell D’Arrigo che in 1’47″61 è sceso al di sotto del limite del 1’48”. Un crono ben augurante per le semifinali che potrebbe riservare all’italo-americano un posto nell’ultimo atto, se ripetuto questo pomeriggio. Compisce la grande densità di Belgio ed Olanda che, pur non su livelli eccezionali, hanno messo in luce un movimento in fermento (3 atleti nei primi 10 per gli orange e 3 belgi nei primi 12). In vetta alla graduatoria troviamo Glenn Surgeloose (1’46″93) unico ad abbattere il muro del 1’47” davanti al serbo Velimir Sjepanovic e al campione del mondo James Guy che, reduce dalla clamorosa eliminazione nelle batterie dei 400 metri, cerca un minimo di riscatto. Niente da fare, invece, per il giovane Filippo Megli che non è riuscito a ripetere la stessa prestazione degli Assoluti, nuotando in 1’49″72 e ottenendo il 29esimo tempo.

Era attesa ad una prima prova di verifica Martina Carraro, primatista italiana dei 100 rana in 1’06″41, e l’azzurra ha risposto presente nelle eliminatorie. L’atleta genovese in 1’07″73 ha ottenuto la terza prestazione delle partecipanti, essendo la migliore italiana in acqua che, insieme ad Arianna Castiglioni, Ilaria Scarcelle e Lisa Fissneider, si giocava l’ingresso in semifinale, Insieme a Martina, dunque, ci sarà la Castiglioni, medaglia di bronzo negli Europei di Berlino 2014 su questa distanza, non ancora al top della condizione per i tanti problemi fisici che hanno costellato questo 2016. La lombarda in 1’08″31 ha ottenuto la settima prestazione mattutina e vedremo nel pomeriggio quanto margine avrà. Si conferma favorita numero 1 la lituana, campionessa olimpica in carica proprio in questa piscina, Ruta Meylutite che in 1’06″97, quasi passeggiando, ha impressionato per la potenza in acqua nei secondi 50 metri.

Nei 200 misti uomini più che positiva la prova di Federico Turrini, autore di un 2’00″85, che gli consente un tranquillo accesso al turno successivo (settimo tempo della graduatoria) nell’ordine dei tempi capeggiato da Laszlo Cseh (1’58″17). 100 stile libero femminili che vedono l’olandese Ranomi Kromowijojo (53″37) a precedere a Jeanette Ottesen (53″78) e Femke Heemskerk (53″81). Non particolarmente brillante come al solito Sarah Sjoestroem (54″04) in quarta piazza. Per i colori italiani, ritroveremo nel pomeriggio londinese Erika Ferraioli (ottava 54″70) e Silvia Di Pietro (54″90) mentre escono di scena sia Laura Letrari (55″50) e Aglaia Pezzato (55″79). Nella mista mista infine, facile accesso dell’Italia in finale (3’48″52 secondo tempo), con il quartetto costituito da Christopher Ciccarese, Fabio Scozzoli, Ilaria Bianchi e Federica Pellegrini, con miglior tempo della Gran Bretagna (3’47″92).

RISULTATI COMPLETI

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo del nuoto italiano

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Foto: fonte Deepbluemedia

Lascia un commento

Top