Nuoto, Europei Londra 2016: Paltrinieri e Detti 1° e 2° in batteria negli 800 sl. 4×200 sl donne in finale, bene Dotto e Bianchi

Gregorio-Paltrinieri-Gabriele-Detti-nuoto-foto-fin-dpm.jpg

Nella quarta giornata degli Europei di Londra 2016 di nuoto, nell’Aquatics Centre, giornata tra luci ed ombre quella per i colori azzurri che non possiamo che iniziare col parlarvi sempre di loro: Gregorio Paltrinieri e Gabriele Detti.

Timbrano il cartellino entrambi negli 800 stile libero con la prima e seconda prestazione, rispettivamente 7’49″87 per Greg e 7’51″40 per Detti. Azzurri che domani puntano ad un’altra doppietta ma che dovranno guardarsi nuovamente dall’ucraino Mykhaylo Romanchuk (terzo tempo in 7’51″83), terzo nei 1500 metri e in buona forma, probabilmente ancor più del norvegese Henrik Christiansen (sesto tempo in 7’53″09).

In finale la staffetta 4×200 stle libero, anche senza Federica Pellegrini nelle eliminatorie (quasi certa la presenza della “Divina” a questo punto nella gara individuale dei 200 stile libero). Il quartetto costituito da Stefania Pirozzi, Martina De Memme, Erica Musso ed Alice Mizzau, pur senza entusiasmare, ha conquistato l’ultimo atto pomeridiano con il quarto crono in 7’59″52. Servirà un passo decisamente diverso, non solo grazie all’inserimento di Federica, se si vorrà replicare il successo di Berlino, seppur il livello è decisamente mediocre. Miglior riscontro per la Spagna in 7’57″70 davanti l’Ungheria 7’57″94) e l’Olanda (7’58″49). Tra le migliori otto anche la Svezia che inserirà il siluro Sarah Sjoestroem e sarà della partita per le medaglie.

Nelle eliminatorie dei 100 stile libero uomini, si conferma Luca Dotto che in grande scioltezza nuota un 48″68 gestendo molto bene la nuotata. Il quinto crono di Dotto è l’unica luce nella velocità azzurra di questa mattinata visti tempi ampiamente sopra i 49″ degli altri tre atleti nostrani presenti in batteria. Ad accedere al turno pomeridiano è Filippo Magnini che in 49″25 ottiene un risultato migliore dagli Assoluti di Riccione, seppur ampiamente distante dai propri migliori risultati. Niente da fare, invece, per Luca Leonardi (49″37) eccessivamente in spinta nella prima vasca e senza forze nella seconda mentre l’esordiente Jonathan Boffa in 49″99 ha probabilmente risentito anche dell’importanza dell’evento. In testa all’ordine dei tempi il francese Clement Mignon in 48″40. 

I 100 farfalla femminili vedono una brillante Ilaria Bianchi che, certa della partecipazione alle Olimpiadi di Rio 2016, affronta la rassegna continentale solo per il piacere di competere ai massimi livelli. Il 58″34, terzo crono della mattinata alle spalle di Sarah Sjoestroem (57″22) e Jeanette Ottesen (57″86). Poco brillante Silvia Di Pietro seppur qualificata in semifinale ed in cerca del pass olimpico. Per la Di Pietro l’undicesima prestazione in 59″16 sperando che nel pomeriggio si riesca a migliorare decisamente. Altamente negativa, inoltre, la prestazione di Alessia Polieri in 1’02″92 (36esimo tempo).

Nei 200 rana donne, sono le inglesi a fare la voce grossa coi migliori riscontri cronometrici della mattinata. Molly Renshaw (2’24″70) e Chloe Sutton (2’25″79) hanno occupato i primi due posti dell’ordine dei tempi nelle batterie mentre la migliore delle azzurre è stata Ilaria Scarcella in 2’28″67 (11esima piazza per lei) mentre Francesca Fangio ha ottenuto la quindicesima prestazione in 2’30″08. Fuori purtroppo Lisa Fissneider in 2’30″67 (20esimo tempo) troppo lenta nelle prime due vasche.

RISULTATI COMPLETI

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo del nuoto italiano

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Foto: fonte Deepbluemedia

Lascia un commento

Top