Nuoto, Europei Londra 2016 – Martina Carraro: “Traumatico gareggiare contro Peaty”

Martina-Carraro-nuoto-foto-fin-dpm-3.jpg

Nella 4×100 mista mista gli uomini possono gareggiare contro le donne e può capitare che Martina Carraro, ranista azzurra, si ritrovi in seconda frazione contro Adam Peaty, campione e primatista mondiale dei 100 rana al maschile. In una gara normale, tra i due ballano quasi dieci secondi di differenza. Oggi sono stati meno di otto, e la genovese si è difesa al meglio lanciando verso l’argento i compagni Simone Sabbioni (ottimo 54”01 in apertura, crono più basso del 54”19 con cui ha vinto il bronzo individuale), Piero Codia (51”05 a farfalla sfruttando le rivali femminili) e Federica Pellegrini, che ha mantenuto la posizione con un ottimo 53”20 lanciato.

E’ stato traumatico gareggiare contro Peaty, mi arrivavano onde dappertutto“, scherza a RaiSport l’emergente ranista che si allena a Bologna. “Ho fatto meno della gara individuale e sono contento. Sono strafelice per aver dato una mano alla staffetta“, le fa eco un soddisfatto Sabbioni. “Abbiamo dato tutto“, giura Codia, in apertura di sessione quarto per 12 centesimi nei 50 farfalla. “Era una staffetta molto divertente, è bello gareggiare con gli uomini. Eravamo molto concentrati, ci credevamo molto. Abbiamo fatto un tempo molto buono a livello internazionale“, chiosa la Divina, alla seconda medaglia in due giorni.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo del nuoto italiano

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Fin/DeepBlueMedia

Lascia un commento

Top